Appuntamento da Bell

In In evidenza, News, Notizie, ristoranti by RedazioneLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

0023

Roma, ore sette di una bella sera di marzo, quasi primavera. Giornata convulsa come tante, finalmente in viaggio verso casa. Arriva sms di Alessio, amico caro e appassionato di buon bere e buon mangiare, food hunter instancabile, spesso incontentabile: “Mi consigli un locale originale, fuori dalle rotte più battute, dove prendere un aperitivo come si deve e magari restare per la cena”

DSC_0128

Sì, Bell in via Chiana. Ha aperto da pochi mesi e va alla grande. Proprio ai confini del quartiere Coppedè, che già fa la differenza – zona defilata, elegante, eclettica e misteriosa quanto basta per lasciarsi il mondo alle spalle, onirica e immaginifica location di film d’autore (Dario Argento, per esempio) dove il tempo si ferma passeggiando tra il fiabesco villino delle Fate, la casa del Ragno, la fontana delle Rane, quell’eccentrica vasca dove negli anni 60 si sono tuffati i Beatles dopo il mitico concerto al Piper …DSC_0149

Bell, sul filo del mistero, è la campana settecentesca presente in quei locali da tanto, tanto, tempo, ma non si sa perché. E’ lei che dà nome e brio al nuovo ristorante ma anche alle deliziose “campanelle” – i piatti gourmet elaborati dallo chef – di carne, pesce o vegetariani, una sorta di tapas da gustare con gli aperitivi, calici di buon vino (da una piccola e attenta carta) e cocktail d’autore, preparati da abili e belle barladies, gioiose regine del bancone circolare, ma anche slow juice, tanto gustosi e salutari, da comporre a piacere.

DSC_0179

Tra le campanelle ti suggerisco: tartare di manzo, uovo di quaglia, pera e parmigiano; pollo fritto panko e curry verde;torrone di foie gras e mandorle tostate con crostone; capasanta, patata dolce e spuma d’aglio nero; fish&chips mediterraneo…. I cocktail sono al bacio, alcuni classici, altri signature.P1260923

Il locale è luminoso e contemporaneo come la proposta gastronomica, piacere a prima vista ma anche continue scoperte e sorprese. E’ uno spazio dinamico total white, acceso da trilli di colore e oggetti vintage sparsi sugli scaffali, ampio e ben suddiviso, per alternare zone conviviali e altre più riservate, unite da un bel pavimento d’ispirazione mediterranea. Fresco e accogliente, con un grande varco a forma di campana all’ingresso, che fa eco ai rintocchi virtuali di Bell, e un delizioso fumoir affacciato su via Chiana. Al piano di sotto un’altra sala adatta anche ad eventi e concerti dal vivo.

0038

Cuore pulsante del locale guidato dai simpatici patron Giuseppe Palombini e Emanuela Teotino (top staff della Limonaia gestione Palombini) è la cucina appassionata ed eclettica dello chef Gabriele Cordaro, che parte dalla tradizione romana per ampliarsi in suggestioni mediterranee e internazionali, un percorso del gusto immediato sensoriale e sorprendente. Chef_0231

Romano classe 1985, primi passi importanti, dopo la Scuola del Gambero Rosso, all’Acquolina Hostaria con Giulio Terrinoni, poi da Glass Hostaria con Cristina Bowerman quindi all’Osteria Francescana con Massimo Bottura. Al Bell accanto a Cordaro come prezioso sous chef Gabriele Pardini, dunque in cucina ci si chiama per cognome… Pardini ha studiato da Paul Bocuse, ha lavorato con Alain Hacquard a Parigi e poi a Londra con Michael Nadra. Completa la proposta gastronomica l’eccezionale pizzaiolo Donato Belloro (il nome-destino già contiene l’esperienza Bell…) romano-campano tanto da far brillare la sua pizza per gusto, digeribilità (forno a legna, lievito madre etc…) e fantasia.

DSC_0212

Ti lascio il piacere di scoprire il menu che avrai capito dotato di spessore e piacevolezza, ma ancora qualche suggerimento: tra primi e secondi: carbonara da tradizione manica Verrigni, guanciale laziale e Pecorino Scorza Nera; polpo fritto con crema di patate, bagna cauda e prezzemolo croccante; pluma di maiale iberico a bassa temperatura; cervo marinato al cacao, puré affumicato, nocciole, lamponi e demi glace; tra le pizze: Margherita 2.0 con bufala, emulsione di basilico e pomodori confit; patanegra con gorgonzola, noci e miele di castagno. E tra i dolci: Dulcis in fungo; cioccolato in tre consistenze, caffé, frutti rossi e gelato ai porcini…..Ah, dimenticavo, per l’8 marzo delizioso menu speciale a 25 euro.

P1260916

Bell  – Via Chiana, 76/86 –  Roma 

Tel: 06.8551076

www.bellroma.it

domenica – giovedì 19:30 -23:00
venerdì e sabato 19:30 -23:30

 

di Rossella Gargiulo

About the Author
enrico pozza

Redazione

Summary
Bell
Article Name
Bell
Description
Bell, nuovo richiamo goloso al Coppedè. Cucina d’autore, vini selezionati, cocktail al bacio e pizza gourmet. Per l'8 marzo menu speciale.
Author

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.