Costine di agnello panate ai pistacchi

Ricetta – Costine di agnello panate ai pistacchi su triplo purè e ristretto di vino rosso ai tre pepi di Simone Rugiati

In Ricette, Terra by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

copia-di-_-2  

Costine di agnello panate ai pistacchi
0 da 0 voti
Stampa

Costine di agnello panate ai pistacchi su triplo purè e ristretto di vino rosso ai tre pepi

La carne di agnello è una delle più versatili, ma... cosa c'è di più goloso delle costolette fritte? In questa ricetta la panatura è di granella di pistacchio, una variante che porta la firma di Simone Rugiati, volto noto della TV nonchè chef testimonial della Ahdb Beef&Lamb, l'Ente inglese che promuove nel mondo le carni bovine e ovine nazionali.

Keyword Costine di agnello, Pistacchi
Porzioni 4 persone
Chef Simone Rugiati

Ingredienti

  • 8 costolette di agnello inglese
  • 4 albumi
  • g 150 di granella di pistacchi
  • g 500 di burro chiarificato
  • Sale Maldon

Per la purea di patate gialle

  • 2 patate gialle
  • Olio extravergine di oliva
  • Timo
  • Sale pepe

Per i fiammiferi di pastinaca

  • 3 pastinache
  • Farina di semola
  • Olio di arachidi per friggere

Per le patate americane

  • 1 patata americana
  • Sale pepe
  • Olio extravergine di oliva

Per la riduzione di vino rosso

  • 1 bicchiere di vino rosso corposo
  • g 50 di zucchero semolato
  • Pepe bianco e nero in grani

Per i cipollotti stufati

  • 4 cipollotti
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Per la guarnizione

  • Pepe nero in grani

Istruzioni

  1. Passare le costolette solo nel bianco d’uovo sbattuto e poi nella granella di pistacchio. Tenerle da parte.
  2. Lavare le patate gialle e farle cuocere con tutta la buccia in abbondante acqua salata. Portare ad ebollizione e scolarle quando risulteranno morbide, quindi pelarle e schiacciarle con una forchetta. Condire con olio extravergine di oliva, sale, pepe e timo e tenere in caldo. Lavare le patate americane, tagliarle a spicchi tenendo la buccia, condirle con olio extravergine di oliva e sale insaporendo tutti i lati; disporle su una placca da forno e cuocere per 25 minuti a 180 °C. Lavare e pelare la pastinaca, tagliarla a strisce sottilissime usando la mandolina e poi a julienne. Inumidirla con poca acqua fredda quindi passarla nella farina di semola e friggerla in olio di arachidi ottenendo dei fiammiferi croccanti. Lasciar asciugare l’olio in eccesso, distribuendo i fiammiferi di pastinaca su un foglio di carta assorbente.
  3. Realizzare la riduzione di vino rosso versandolo in una casseruola, aggiungere lo zucchero, qualche grano di pepe bianco e nero e ridurlo a fuoco medio finchè non avrà assunto una consistenza sciropposa. Far sbollentare i cipollotti in acqua leggermente salata e poi passarli in padella con un filo di olio extravergine di oliva e sale. Friggere le costolette in una padella ampia con il burro chiarificato fino a dorarle su ogni lato.
  4. Disporre sul fondo di ogni piatto un poco di purea di patate gialle e adagiarvi sopra due costolette insaporite con del sale Maldon e disporre sopra un ciuffo di pastinaca fritta. Completare il piatto con i cipollotti, dei pezzi di patata dolce e guarnire con la riduzione di viro rosso e dei grani di pepe nero.

 

About the Author

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.