Ricetta – Polpo rosticciato con puntarelle alla salsa di acciughe al tartufo su purea di topinambur

In Mare, Ricette by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La ricetta del polpo rosticciato con puntarelle alla salsa di acciughe al tartufo Savini su purea di topinambur di Cristiana Curri

La ricetta del polpo rosticciato con puntarelle alla salsa di acciughe al tartufo Savini su purea di topinambur di Cristiana Curri

 

5 da 2 voti
Stampa

Polpo rosticciato con puntarelle alla salsa di acciughe al tartufo Savini su purea di topinambur

Porzioni 4 persone
Chef Cristiana Curri

Ingredienti

Per il polpo

  • 1 polpo da circa 1,5 kg
  • Olio extravergine di oliva
  • Sale

Per le puntarelle

  • 300 g di puntarelle
  • 8 filetti di aciughe al tartufo Savini
  • 1/2 spicchio di aglio
  • Olio extravergine di oliva

Per la purea di topinambur

  • 500 g di topinambur
  • 20 ml di latte
  • prezzemolo
  • Olio extravergine di oliva
  • sale, pepe

Istruzioni

Per il polpo

  1. Pulire e sciacquare il polpo. Metterlo a cuocere in un tegame con acqua, coprire il coperchio tenendo la fiamma bassa. Calcolare circa 40 minuti di cottura per ogni chilogrammo di polpo, dunque in questo caso occorreranno 60 minuti di cottura. Quando sarà cotto, scolarlo e porzionare i tentacoli separandoli dalla testa.

Per le puntarelle

  1. Pulire le puntarelle e metterle in una ciotola con acqua e ghiaccio finché non si arriccino bene. Scolarle ed asciugarle con un panno. In un mortaio, pistare i filetti di acciughe al tartufo con mezzo spicchio d’aglio, aggiungere un cucchiaio d’olio extravergine di oliva e condire le puntarelle con la salsa ottenuta.

Per la purea di topinambur

  1. Lavare i topinambur, privarli delle eventuali radici e affettarli sottilmente con una mandolina. Saltarli in una padella con un po’ di olio e portarli a cottura eventualmente aggiungendo un po’ di acqua. Frullarli con un cutter insieme ad il prezzemolo e il latte. Aggiustate di sale e pepe.

Per la finitura del piatto

  1. Arrostire i tentacoli su una piastra ben calda, condirli con un giro di olio extravergine di oliva e sale. Con un coppa pasta circolare di medie dimensioni, sistemare al centro di ogni piatto un disco di purea di topinanbur. Adagiarvi sopra un tentacolo arrostito e finire con un ciuffo di puntarelle.

About the Author

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.