Risotto agli asparagi, nocciole di Giffoni e aceto balsamico

Ricetta – Risotto agli asparagi, nocciole di Giffoni e aceto balsamico – Chef Alessandro Balossini, enoteca/ristorante I Castelli – Genzano (Rm)

In Paste e zuppe, Ricette by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

Risotto agli asparagi

Risotto agli asparagi, nocciole di Giffoni e aceto balsamico
0 da 0 voti
Stampa

Risotto agli asparagi, nocciole di Giffoni e aceto balsamico

Ecco la ricetta del risotto agli asparagi, nocciole di Giffoni e aceto balsamico dello Chef Alessandro Balossini , enoteca/ristorante I Castelli di Genzano (Rm)

Piatto Primi piatti
Keyword aceto balsamico, asparagi, nocciole di Giffoni, risotto
Porzioni 4 persone
Chef Alessandro Balossini

Ingredienti

  • 400 g di riso Carnaroli
  • 1 mazzo di asparagi
  • 250 ml di aceto balsamico di buona qualità
  • 120 g di burro
  • 120 g di nocciole di Giffoni tostate
  • 60 g di Parmigiano Reggiano 30 mesi
  • Sale
  • pepe

Istruzioni

  1. Per il riso portare a ebollizione due litri di acqua. In una casseruola fare tostare il riso a secco, quindi aggiungere il sale e l’acqua bollente versandone un mestolo alla volta. Trascorsi cinque minuti, unire la metà del Parmigiano Reggiano grattugiato e continuare la cottura sempre aggiungendo l’acqua un poco alla volta.
  2. Nel frattempo, lavare e mondare gli asparagi eliminando l’estremità del gambo più dura, quindi lessarli velocemente in acqua bollente.
  3. Dividere le punte dai gambi, arrostire le prime in una padella antiaderente con un filo di olio extravergine di oliva e metterle da parte.
  4. Frullare i gambi aggiungendo un poco di acqua di cottura, fino a ottenere una salsa liscia, aggiustare di sale, quindi versarla nel riso in cottura.
  5. Quando il riso sarà cotto, allontanare dal fuoco e mantecare con il resto del Parmigiano Reggiano grattugiato e il burro.
  6. Disporre il riso a specchio su ogni piatto, aggiungere le punte di asparago e le nocciole tagliate grossolanamente e in ultimo decorare con la riduzione di aceto balsamico.

 

About the Author

vventurato


Condividi
  • 15
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    15
    Shares

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.