FILTRA GLI ARTICOLI

Franciacorta Riserva Cuvée Lucrezia Etichetta Bianca Extra Brut 2006

Sparkle è la guida ai migliori vini spumanti secchi d'Italia, una pubblicazione annuale edita dal 2003. I vini sono valutati con un punteggio in decimi, da 0,5 a 5 sfere. I dati relativi a ciascun vino - uve, metodo di spumantizzazione, numero di bottiglie prodotte, prezzo medio in enoteca - sono forniti dalle aziende produttrici.
RegioneLombardia
ProduttoreCastello Bonomi

Sorretto da due anime complesse, diverse e magnificamente integrate: dapprima naso e palato sono invasi dallo speziato e dal fresco fruttato, poi da note dolci e tostate. Ottimo con risotto alle capesante e coulis di scampi.

  • Annata 2006
  • Denominazione Franciacorta Docg
  • Uvaggio pinot nero
  • Fermentazione bottiglia
  • Alcool 13.0
  • Voto 5.0
  • Produzione n.c.
  • Prezzo 0.00

Degustazione

Giallo con riflessi dorati e perlage sottile. Naso tostato, speziato eppure fresco, in un insieme in cui le spezie si sposano in modo elegante alla frutta. Ricorda subito la pera con chiodi di garofano, la cannella con la mela, l’anice con l’arancia bionda e il pepe nero con il melone. Garbatamente, emerge il kiwi, una banana verde, la pesca bianca, l’albicocca, la susina e l’ananas fresco e succoso. Un floreale che ricorda l’iris e il giglio completano la prima percezione olfattiva. Tostature di nocciole, noci e mandorle e nuance di caffè in grani e fave di cacao arricchiscono il bouquet in modo elegante e perfettamente integrato. Si apre quindi una parentesi più dolce, con un pan brioche al miele leggermente tostato, il panettone ai canditi e uvetta, una frolla dorata con marmellata di albicocche e una torta margherita con leggera bagna alcolica e crema pasticcera. Il minerale di arenaria arriva a incupirsi fino a interessanti note di pietra focaia. Il palato è fresco, floreale e fruttato. L’iris si unisce alla pesca e all’ananas, in una danza vivace che arriva a richiamare i chiodi di garofano e la cannella ora anche nel miele. La pasticceria secca torna delicata con le mandorle e le nocciole per poi congiungersi alla pietra focaia e portare il tutto a un finale lungo e appagante.