Rosati italiani

Tutti per uno, uno per tutti! L’unione dei 5 consorzi di tutela dei vini rosati italiani al Vinitaly

In Notizie by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Vini rosati e clima, due importanti appuntamenti al Vinitaly nel padiglione della Regione Puglia

Rosati italiani

Quale occasione migliore del Vinitaly per presentare il primo tavolo italiano sui rosati italiani? E infatti martedì 17 aprile alle 14,00 nell’area istituzionale della Regione Puglia nel Padiglione 11 di Verona Fiera, verrà presentato questo importante progetto che vede la coesione dei cinque consorzi di tutela dei vini rosati italiani: Chiaretto di Bardolino, Valtènesi Chiaretto, Cerasuolo dAbruzzo, Castel del Monte rosato e Salice Salentino. Il progetto, che nasce attraverso la supervisione di DeGusto Salento, ha come scopo quello di potenziare ulteriormente la promozione e la comunicazione dei vini rosati italiani per anni fanalino di coda della produzione nazionale, e del consumo, ma che invece negli ultimi anni sono protagonisti di una importante rimonta. Ne è la riprova la grande partecipazione sia da parte del pubblico che da parte delle aziende negli eventi ad essi dedicati, come il nostro Bererosa che ha chiuso la passata edizione con oltre 3500 ingressi e 85 aziende presenti e che si appresta ad eguagliare questi risultati nella prossima edizione che si terrà martedì 3 luglio 2018 a Roma a Palazzo Brancaccio.

Rosati italiani

Un altro importante appuntamento di utilissimo carattere tecnico sarà quello di lunedì 16 aprile alle 14.30, sempre nell’area istituzionale della Regione Puglia in cui si terrà un incontro dal tema Cambiamenti climatici e meteorologia applicata alla viticultura. A moderare sarà la giornalista tarantina Monica Caradonna ed interverranno Fabio Giavedoni e Francesco Muci, rispettivamente curatori della Guida Slow wine Italia e Puglia, l’amministratore delegato di Epson, Luigi Latini e Daniele Izzo, ricercatore e metereologo specializzato in viticoltura per Epson meteo. L’appuntamento vuole focalizzare un tema di grande interesse per tutti quei produttori che nell’agroalimentare scommettono ogni anno sacrifici e investimenti. ” La campagna non è una macchina che replica procedure – afferma Ilaria Donateo, presidente di DeGusto Salento –  ma è un elemento vivo che cambia e si modifica, ma che negli ultimi anni sta assistendo e soprattutto sta subendo gli effetti di un cambiamento graduale e sostanziale del clima che inevitabilmente ha ricadute sulle produzioni.”

About the Author
Valentina Venturato

vventurato


Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.