Capodanno 2020, 30 bollicine italiane eccellenti per una cena indimenticabile

In Notizie, Vino by editorLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le abbiamo selezionate tra le 5 sfere di Sparkle 2020 per il loro particolare e vantaggiosissimo rapporto tra prestazione in guida e prezzo

Non solo brindisi, ma una cena completa a base di vino spumante italiano, viaggiando da Nord a Sud, dalla Valle d’Aosta alla Sicilia, scoprendo colori, aromi e sapori unici, tutti creati dalla tavolozza di territori vocati alla viticoltura che il nostro Paese offre e dalla mano sapiente di produttori che hanno sviluppato una competenza straordinaria nel campo dello spumante.

Nel mondo quest’anno abbiamo stappato circa due miliardi e mezzo di bottiglie di vino spumante (dato Oiv) e di queste oltre ottocento milioni erano italiane, a dire che una bottiglia su tre stappata nel mondo porta la bandiera tricolore. Se parliamo del vino nel suo insieme, sulla terra consumiamo circa duecentocinquanta milioni di ettolitri di vino e cinquanta sono italiani, una bottiglia ogni cinque è italiana. Insomma il vino spumante italiano è diventanto una delle icone mondiali della nostra terra, grazie a una competenza che ha consentito di produrre quantità iportanti, quest’anno 870 milioni di bottiglie (dato Icqrf), con una buona qualità media e delle vette veramente eccellenti che consituiscono il racconto delle 5 sfere della nostra guida Sparkle.

In sei mesi di lavoro e oltre duemilacinquecento assaggi abbiamo selezionato 89 campioni, le 5 sfere 2020, bollicine veramente indimenticabili, perfette per la serata più suggestiva dell’anno.

Qui trovate una selezione speciale di 30 etichette: per gli spumanti metodo classico abbiamo scelto quelle caratterizzate da un prezzo al pubblico limitato a trenta euro, per il metodo Martinotti a sedici euro. Eccole in un elenco che vi consente, per ogni vino, di collegarvi alla nostra degustazione, dotata di foto dell’etichetta. I primi venticinque vini sono metodo classico, gli ultimi cinque sono metodo Martinotti.

Monchoisi Brut 2015 Institut Agricole Régional Valle d’Aosta
Alta Langa Pas Dosé Brut Nature 2012 Giulio Cocchi Piemonte
Alta Langa Riserva Cuvée 60 Mesi Brut 2010 Gancia Piemonte
Alta Langa Matteo Giribaldi Brut 2015 Mario Giribaldi Piemonte
Alta Langa Extra Brut 2015 Marcalberto Piemonte
Oltrepò Pavese Metodo Classico Pinot Nero 1865 Brut 2014 Conte Vistarino Lombardia
Farfalla Noir Collection Pinot Noir Extra Brut Ballabio Lombardia
Nature Monsupello Lombardia
Franciacorta Satèn 2015 Majolini Lombardia
Franciacorta Satèn 2014 Monzio Compagnoni Lombardia
Franciacorta Diamant Pas Dosé 2013 Villa Franciacorta Lombardia
Franciacorta Mon Satèn 2015 Villa Franciacorta Lombardia
Trento Riserva R Brut 2011 Cantina Rotaliana Trentino
Trento Riserva Tridentum 1673 Extra Brut 2012 Cesarini Sforza Trentino
Trento Rosé Extra Brut 2015 Maso Martis Trentino
Alto Adige Talento Riserva Extra Brut 2013 Arunda Alto Adige
Alto Adige Riserva Comitissa Pas Dosé 2015 Lorenz Martini Alto Adige
Talento Dialogo di Cantalfieri Blanc de Noir Brut 2014 Cantarutti Alfieri Friuli Venenzia Giulia
Verdicchio dei Castelli di Jesi Riserva Ubaldo Rosi Brut 2013 Colonnara Marche
Gran Cuvée Brut 2015 La Palazzola-Grilli Umbria
Riesling Brut 2015 La Palazzola-Grilli Umbria
Brut Marramiero Abruzzo
Rosé Brut Marramiero Abruzzo
Daunia Bombino Bianco Riserva Nobile Brut 2015 d’Araprì Puglia
Terre Siciliane Gaudensius Blanc de Blancs Brut Firriato Sicilia
Valdobbiadene Rive di Soligo Mas de Fer Extra Dry 2018 Andreola Veneto
Valdobbiadene Prosecco Superiore BandaRossa Special Reserve Extra Dry 2018 Bortolomiol Veneto
Conegliano Valdobbiadene 20.10 Brut 2018 Le Manzane Veneto
Conegliano Valdobbiadene 20.10 Extra Dry 2018 Le Manzane Veneto
Valdobbiadene Prosecco Superiore Particella 68 Brut Sorelle Bronca Veneto

Non dimenticate di abbinare i vostri dessert con un’altra unicità italiana, i vini spumanti dolci prodotti a tutte le latitudini principalmente con uve moscato, a partire dall’Asti e passando per il Fior d’Arancio dei Colli Euganei.

Buon 2020 a voi e a noi con le grandi bollicine italiane

Francesco D’Agostino

 

About the Author
Francesco D'Agostino

editor


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.