Io non so di tappo: nasce il sito per evitare brutte sorprese

Lanciato al Vinitaly il portale internet sponsorizzato da Nomacorc, leader mondiale nelle chiusure alternative per il vino, con i vini che non hanno difetti di tappo

Quante volte capita di aprire anche grandi bottiglie di vino, magari dopo una lunga attesa, e scoprire che hanno il difetto di tappo? Spesso, molto spesso, visto che tre consumatori su cento si trovano di fronte a questa sgradevole situazione quando stappano le loro bottiglie preferite chiuse con tappi in sughero. Un numero che sembra piccolo, ma che significa 1 milione di bottiglie gettate via ogni giorno, 360 milioni ogni anno, con un impatto ambientale incredibilmente elevato.

Per questo nasce il sito “Io non so di tappo” (www.iononsoditappo.it), una collezione di vini di qualità italiani ed internazionali che sono liberi dal difetto provocato dalla presenza di TCA nel vino. Produttori che hanno scelto Nomacorc, azienda leader mondiale di produzione di chiusure alternative per vino. Una scelta fatta per garantire i consumatori, affinché possano stappare le loro bottiglie in assoluta tranquillità e con la garanzia di poterli assaggiare in tutta sicurezza.

Io non so di tappo: nasce il sito per evitare brutte sorprese

“Abbiamo deciso di sponsorizzare il progetto ‘Io non so di tappo’, perché sentiamo l’esigenza di comunicare direttamente al consumatore quali sono i vini che scelgono le nostre chiusure – ha dichiarato Filippo Peroni, direttore commerciale Nomacorc Italia – anche per poter mettere in discussione tanti luoghi comuni sui sistemi di chiusura del vino”.

Il portale www.iononsoditappo.it è uno spazio in crescita, i vini saranno inseriti regolarmente per completare e aggiornare sempre la lista delle etichette di qualità chiuse con tappi Nomacorc. Sono presenti inoltre due sezione informative per gli appassionati: ‘Lo sapevate?’, che contiene pillole di approfondimento sulle diverse chiusure e sul loro impatto ambientale, e ‘L’enologo risponde’, dove i consumatori potranno porre i loro quesiti sul tema vino agli esperti enologi dello staff di ricerca di Nomacorc.

A completare il sito una sezione dedicata alle diverse tipologie di chiusura della Nomacorc, dove si possono trovare le informazioni tecniche su ogni tipologia di tappo, catalogate anche in base al differente grado di gestione dell’ossigeno che garantiscono. È il caso della Select Series, la gamma studiata proprio per il controllo dell’OTR e che in un anno ha già venduto oltre 100 milioni di pezzi a livello globale.

A proposito di Nomacorc

Nomacorc è leader mondiale nel campo delle chiusure per i vini ed il brand n ° 1 per le chiusure per vini fermi in molti paesi tra cui Francia, Germania e Stati Uniti. Orientato all’innovazione tecnologica, Nomacorc produce la sua gamma di prodotti utilizzando un sistema brevettato di co-estrusione. Come risultato, le chiusure Nomacorc garantiscono una coerente e prevedibile gestione dell’ossigeno, proteggendo il vino dai difetti causati da ossidazione, riduzione o sapore di tappo. I prodotti Nomacorc sono riciclabili al 100% e sono disponibili attraverso una vasta rete di distributori e agenti di vendita in tutti i continenti. Con 500 dipendenti nel mondo ed impianti di produzione negli Stati Uniti, Argentina, Belgio e Cina, Nomacorc produce più di 2 miliardi di chiusure all’anno. Lavorando con rinomati istituti di ricerca in tutto il mondo, l’azienda è leader nel settore delle chiusure grazie alla ricerca fondamentale e applicata nella gestione dell’ossigeno nel vino. Per ulteriori informazioni, visitare il sito it.nomacorc.com o seguire Nomacorc su Twitter (@NomacorcItalia) e Facebook (Nomacorc.Italia).