Whisky Festival di Milano accoglie il Rum

MWF_immagine

Whiski e Rum al Festival di Milano

Whisky è senza dubbio sinonimo di Scozia e in esso s’identifica l’allegria e la gioia di vivere del popolo che abita questa nazione del Regno Unito. Diversi secondo la zona di produzione, i più caratterizzati sono senza dubbio quelli delle Highlands, solitamente torbati, e quelli delle Islands, anch’essi torbati ma in più con forti sentori di iodio. Da anni, ormai nove, esiste un festival che li celebra, e non solo quelli scozzesi: il Milano Whisky Festival. L’idea venne a due amici, Giuseppe Gervasio Dolci e Andrea Giannone, i quali, dopo un viaggio in Scozia, pensarono di trasmettere anche ad altri le loro emozioni provate nell’assaporare quei whisky. Nel tempo il Festival si è aperto anche ad altre produzioni mondiali, e oggi, oltre ai single malt, ospita anche whisky provenienti dal Giappone, Taiwan, Stati Uniti e Italia; un totale di oltre duemila etichette. Non soddisfatti di tutto questo, gli organizzatori hanno pensato a una novità per questa edizione, affiancare al whisky un altro grande distillato: il Rum. Ecco quindi che la manifestazione si raddoppia, la formula ormai collaudata per il distillato di malto, è adottata anche per quello ricavato dal succo della canna da zucchero. Degustazioni libere, ma anche masterclass o arditi abbinamenti con il cibo, tutto all’insegna di questi nobili e antichi liquori, frutto delle tradizioni e, in alcuni casi, delle superstizioni di diversi popoli del mondo. Il Milano Whisky Festival & Fine Rum, si svolgerà all’Hotel Marriot di Via Washington, 66 (Mi), nei giorni 15 e 16 novembre.

 

Fabio De Raffaele