FILTRA GLI ARTICOLI

Barone Pizzini

Dettagli Azienda

  • Anno di fondazione 1870
  • Superficie vitata 54 ha
  • Enologo Leonardo valenti
Barone Pizzini, con i suoi 54 ettari di vigneti divisi in 29 particelle, é una delle aziende vitivinicole più antiche della Franciacorta e la prima a produrre Franciacorta da viticoltura biologica certificata. "Il biologico é il mezzo, il fine e la qualità" é solito ripetere così Silvano Brescianini, Direttore Generale e Socio Fondatore della Barone Pizzini, sottolineando come l'obiettivo primario dell'azienda sia quello di produrre vini di qualità strettamente legati al territorio. Da qui la scelta di affidarsi all'agricoltura biologica, strumentale al raggiungimento di questo traguardo e coerente con l'attenzione per il terroir e l'ambiente. L'approccio al biologico è culturale, coinvolge scelte e valori ed è il punto di partenza di un percorso fatto di ricerca e innovazione. Tra i più importanti progetti realizzati ricordiamo la cantina costruita nel rispetto di criteri di bioedilizia, il bilancio carbonico, l'analisi e la valorizzazione della biodiversità, la riscoperta di un antico vitigno autoctono, l'erbamat.

Franciacorta Satèn Edizione

Vino fresco e dinamico dal finale teso e invitante; di taglio molto elegante conquista al naso con la sua leggiadria. Di sicuro effetto insieme a scampi e mazzancolle al vapore con Pomodori Pachino confit.

Franciacorta Rosé Brut Edizione

Vino fine, immediato e di beva piacevole che esprime grande coerenza gusto-olfattiva, manifestando un finale scoppiettante. Osatelo su un maccarello con crema di Grana Padano e riduzione di Porto.

Franciacorta Riserva Bagnadore Non Dosato

Vino elegante e molto croccante, caratterizzato da una fragranza che cattura con la freschezza dei frutti e si ritrova in una bocca di piacevole tensione. Goloso l’abbinamento con un risotto allo scorfano e tartufo bianco.

Franciacorta Naturae Edizione

Conquista la fine alchimia dei profumi, fiori, pasticceria, tostature, lieve balsamico. Più rigorosa la bocca, tesa, vitale di gran potenziale evolutivo. Goloso l’abbinamento con delle cozze gratinate.

Franciacorta Brut

Un assaggio che lascia sospesi per la non ancora raggiunta maturità: freschezza al naso che in bocca diventa severità. Sicuro incontro con quenelle di ricotta fritta con salsa tricolore di broccoli, patate e pomodori.

Franciacorta Animante Brut

Vino di struttura e di grande freschezza, che promette una interessante evoluzione. Da godere su una tartara di tonno con emulsione di extravergine e succo d’arancia, olive taggiasche e bacche di pepe rosa.