Come conservare il vino in casa: consigli e suggerimenti

Il vino fa parte della grande tradizione agroalimentare del nostro paese. E' importante sapere come conservarlo correttamente in casa


L’Italia è un Paese conosciuto in tutto il mondo per la sua produzione vinicola. È risaputo che la vendemmia rappresenta uno dei momenti autunnali più importanti del Bel Paese. Nel mese di ottobre, infatti, le strade iniziano a tingersi di oro e arancio, e le zone dove vi è un’importante tradizione vinicola diventano teatro di manifestazioni e degustazioni dedicate al vino. Quest’ultimo risulta essere fondamentale, se non essenziale, per degustare al meglio i piatti e le pietanze. Inoltre, in molti adorano rilassarsi, magari mentre si è comodamente seduti sul divano, sorseggiando un buon bicchiere di vino.


Come si conserva il vino?

Non tutti sanno che il vino è una bevanda molto vulnerabile, che si può alterare facilmente in base alle condizioni ambientali. In molti credono, erroneamente, che basti conservare in qualsiasi luogo una bottiglia di vino e che il suo sapore migliorerà. Tuttavia, non è proprio così, è sicuramente vero che per specifici vini la conservazione determina un aumento del gusto dello stesso, ma è altrettanto vero che per ottenere il suddetto risultato occorre conservare il vino in un determinato modo. In parole povere, per preservare le sue caratteristiche organolettiche, è necessario seguire alcuni consigli. In genere, per chi non dispone di una cantinetta, si consiglia di conservare il vino in una apposita cantinetta-enoteca, avendo cura di disporre la bottiglia in senso orizzontale, per non far seccare il tappo di sughero. Per chi non lo sapesse, si tratta di appositi strumenti pensati per garantire la conservazione del vino in qualsiasi abitazione. Le cantinette enoteche, infatti, permettono di conservare perfettamente il vino impostando diverse temperature a seconda del periodo. Ad esempio durante il periodo estivo, quando fuori c’è un’alta temperatura, occorre abbassare la temperatura all’interno della cantinetta.


Un altro metodo per poter conservare il vino nel miglior modo possibile è il frigorifero. Tutti, infatti, in casa ne possiedono uno e, con un minimo di accortezza, può essere utile per la conservazione del vino. È bene precisare che è necessario trovare una sistemazione del vino tale che non riceva botte e scosse involontarie, dovute all’apertura frequente del frigorifero. Dopo aver aperto la bottiglia, bisogna aspirare l’aria con uno specifico strumento per il sottovuoto, prima di riporre la bottiglia nel refrigeratore. Prima di servire il vino agli ospiti, è necessario rimuovere la bottiglia dal frigo, per consentire di raggiungere la giusta temperatura. In genere, i vini rossi devono essere serviti ad una temperatura intorno ai 15°, quelli bianchi tra gli 8° ed i 14°, mentre gli spumanti devono essere ben freschi, massimo 10°.

Come conservare il vino in casa: consigli e suggerimenti


La cantina per il vino

Per gli amanti del vino, riporre le bottiglie in frigo deve essere un ripiego. Avere alcune bottiglie di vino in casa può essere l’occasione giusta per creare un’atmosfera particolare e di classe. Lo strumento maggiormente utilizzato per conservare il vino, infatti, sono le cantinette – enoteche attrezzate, sempre più diffuse negli ambienti domestici anche come oggetto d’arredo, come quelle proposte da Miele. Si tratta di strumenti con diverse caratteristiche, capaci di creare il clima perfetto per conservare il vino e preservarne le caratteristiche, adatte anche per riporre più bottiglie di vino che necessitano di temperature differenti, grazie alle diverse zone di temperature. In commercio ne esistono di diverse tipologie e dimensioni, a seconda della quantità di bottiglie da inserire e dello spazio dove devono essere posizionate. Alcuni modelli permettono anche di modificare le dimensioni interne, al fine di riporre anche bottiglie magnum; alcuni presentano un’illuminazione interna, per permettere di leggere le etichette in maniera più immediata. Insomma, le cantinette rappresentano lo strumento più indicato per conservare nel miglior modo possibile anche le bottiglie di vino più pregiate.