Dimore con Gusto – Il Grand Hotel Portovenere, sosta di classe nel golfo dei poeti

In In evidenza, News, Notizie by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  • 38
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    38
    Shares

 

Siamo nel cuore della Liguria, in quello che ormai è da tutti conosciuto come il Golfo dei Poeti. Perchè  è qui – tra Lerici, Portovenere e La Spezia – che Byron, Shelley ma anche Petrarca e Montale tornarono più e più volte, trovando (chissà) la giusta ispirazione per muovere le loro penne verso delle composizioni indimenticabili.

Ma la nostra attenzione si concentra sul più piccolo dei paesi del Golfo, come pure di tutta la provincia spezzina: Portovenere. Sono poco più di 3500 i fortunati abitanti di questo borgo marino che possono godere quotidianamente di uno spettacolo difficilmente replicabile in altre zone del nostro bellissimo paese. L’acqua cristallina e il verde della natura circostante, creano una tavolozza di colori meravigliosa che va completandosi con il giallo, l’ocra , il turchese, il marrone e il bianco degli edifici che popolano il piccolo comune. Si sale e si scende infinite volte per le viuzze di Portovenere che si rivelano in tutto il loro fascino offrendo ai visitatori il profumo tipico di questo luogo che è quello del pesto, dei limoni, dell’olio extravergine di oliva e nel rispettano della più antica tradizione ligure, anche quello della buonissima focaccia ligure.

Ed è proprio all’inizio di Portovenere che si trova il Grand Hotel Portovenere. Una struttura ampia ed imponente che abbraccia virtualmente il golfo e che si concede in tutta la sua grandezza quasi a voler dare il benvenuto a chiunque passi da lì. L’impressione che ci si appresti a vivere un soggiorno sotto il segno del relax e dell’accoglienza è chiara e netta già dall’ingresso nella hall. I colori tenui delle pareti si alternano ai toni marini, dei comodi divani precedono la hall pronti ad accogliere gli ospiti stanchi del viaggio.
Le stanze tutte arredate sobriamente si tingono di colori chiari come l’azzuro, il sabbia, il bianco. Del resto per riempirsi gli occhi di altre tonalità basterà aprire la finestra e godere del bellissimo panorama che offrono quasi tutte le stanze del Grand Hotel. Infatti le grandi finestre si aprono sul golfo e sul borgo, basterà guardare poco lontano per vedere l’isolotto di Palmaria e poi Tino e Tinetto. E se la visione ha suscitato la vostra curiosità non esitate a chiedere alla hall informazioni e dettagli per raggiungerli. Dal Gran Hotel Portovenere è possibile programmare tutti gli spostamenti verso le vicine isole come pure verso le note Cinque Terre.

A rendere prezioso il Gran Hotel Portovenere, oltre alla bellezza del golfo tutto intorno, ovviamente delle stanze comode e spaziose è senza dubbio anche la proposta gastronomica del Palmaria, il ristorante interno dell’hotel. A dirigere la cucina del Palamaria c’è Francesco Parravicini, il resident chef. Il menù segue la stagionalità e pur non legandosi eccessivamente alla tradizione gastronomica ligure, gliene rende omaggio con alcuni piatti tipici della zona eccellentemente eseguiti.

Se volete provare un po’ di vero gusto spezzino, chiedete allo chef Parravicini di prepararvi i suoi muscoli alla spezzina, delle cozze (i muscoli appunto, in gergo locale) con un fondo di sugo di pomodoro rese ancora più saporite con dei pezzi di mortadella come tradizione vuole. Bello il dettaglio in aggiunta ad opera dello chef, una spugna al basilico che bilancia la dolcezza delle cozze e del pomodoro e crea una bellissima alternanza cromatica. E sempre continuando sulla tradizione, nel menù trova spazio anche una zuppa di cereali e legumi dal nome impronunciabile “mescciua alla spezzina” un piatto gustoso e di sostanza retaggio senza dubbio dei tempi passati, quando la cucina era per lo più un esercizio di recupero e di sostentamento. Nulla di più.

Ma lo chef Parravicini, si esprime con grande padronanza anche al di fuori della tradizione. Molto buono il suo polpo con finocchietto e rigatino e assolutamente azzeccata la fusione tra il calamaro e il coniglio alla ligure, in cui quest’ultimo diventa golosa farcitura del primo.

E poi, dulcis in fundo, i dessert ovviamente che qui al Palamaria meritano una nota a parte. Ben realizzati, assolutamente mai stucchevoli sono talmente ben fatti che quasi ricordano quelli di una pasticceria di un qualche arrondissment parigino. Colpirà il palato ma anche la vista il millefoglie al cioccolato con mousse al cioccolato, confettura di fragoline d Ribera e lamponi. Idem per il semifreddo alla nocciola, una sfera di assoluta dolcezza immancabile nella lista dei dessert dei golosi professionisti.

Portovenere non ha certo bisogno di ulteriori motivi per meritare la visita, la natura ha già fatto tutto. Ma certamente regalarsi un soggiorno indimenticabile in una struttura come il Gran Hotel Portovere può rappresentare un elemento in più per convincere i più indecisi!

Grand Hotel Portovenere
Via Giuseppe Garibaldi, 5
19025 Portovenere (SP)
Tel. 0187777751
info@portoveneregrand.com
www.portoveneregrand.com

 

Di Valentina Venturato

About the Author

vventurato

Summary
Dimore con Gusto - Il Grand Hotel Portovenere, sosta di classe nel golfo dei poeti
Article Name
Dimore con Gusto - Il Grand Hotel Portovenere, sosta di classe nel golfo dei poeti
Description
Dimore con Gusto - Il Grand Hotel Portovenere, sosta di classe nel golfo dei poeti
Author

Condividi
  • 38
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    38
    Shares

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.