Grappa Riserva 75 anni, al compleanno di Berta

Siamo tornati a Casalotto di Mombaruzzo per un evento speciale: Distillerie Berta ha compiuto 75 anni, creando per l’occasione una limited edition

Avevamo scritto di loro sul numero 183 della nostra testata cartacea, chiudendo l’articolo di allora con le degustazioni di cinque grappe e un’acquavite, entusiasti allora di avere scoperto una bella storia fatta di passione e dedizione, iniziata nel 1947 da Paolo Berta.

E poi 75 vendemmie, 300 stagioni vissute sempre in comunione con la natura, 900 mesi tra alambicchi e barriques, 27375 giorni di cura costante, tutta la dedizione di una famiglia di distillatori da tre generazioni: è questa l’essenza della Grappa Riserva 75 Anni, il nuovo prodotto che celebra l’importante traguardo delle Distillerie. Per celebrare questo importate anniversario è stata realizzata una versione solo premium e in edizione limitata – 3.800 bottiglie per tutto il mondo -, racchiudendolo in una bottiglia di vetro dal design raffinato e iconico, disponibile in un unico formato da litro e mezzo.
Tutto ha avuto inizio grazie a Paolo Berta e alla sua intuizione geniale, che si è dimostrata nel tempo alquanto lungimirante. Sua fu l’idea di sperimentare l’invecchiamento della grappa in botti di legno, per esaltare le sue grappe e non svenderle visto la crisi del secondo dopoguerra. Oltre a essere stato il primo a farlo, rilevò le botti arrivate da Marsala a Canelli, riuscendo così nel suo intento. Qualche tempo dopo le prime vennero aperte e la sua grappa invecchiata conquistò i mercati. Fu la Roccanivo da vinacce di barbera, la prima a essere venduta e a rappresentare una svolta nel mondo delle grappe dell’epoca. I suoi figli Gianfranco e Chicco, nuove leve della dinastia Berta, resero il processo di affinamento, dagli anni Ottanta, sempre più elaborato, grazie a instancabili prove effettuate con passione e metodo.

Grappa Riserva 75 anni, al compleanno di Berta
La sala di maturazione

 “Settantacinque anni di storia sono un traguardo importante: la costanza che abbiamo avuto nel perseverare, anche quando la situazione sembrava difficile, è certamente stata una chiave per arrivare a oggi, ma soprattutto sono stati determinanti il supporto e l’affetto di clienti, collaboratori e amici. Senza tutte le persone che sostengono o hanno sostenuto la nostra famiglia e la nostra azienda e che amano quello che facciamo oggi non saremmo qui”, dichiara Chicco Berta, amministratore delegato, commentando il traguardo storico e importante.
Questo articolo ci sembra la sede adatta per annunciare che nel cuore di Mombaruzzo, dopo due anni di ristrutturazione, si sono aperte a fine 2021 le porte del Borgo Roccanivo, l’ultimo spazio nato per volontà della famiglia Berta e ricavato da una vecchia scuola del 1910. Destinato a essere un polo di attrazione culturale e turistica in cui ritrovarsi, scoprire e imparare nuove cose; lo spazio è fruibile al pubblico, ha ospitato e ospiterà al suo interno numerose iniziative di vario genere che ravviveranno ancora di più il territorio. Tra le sue antiche mura, al centro dell’ampia sala modulabile, sono collocati alcuni alambicchi storici provenienti dalle Distillerie Berta, mentre le pareti laterali sono decorate con elementi tipici dell’arte della distillazione. Nello specifico un lato ospita alcune botti da cento litri in cui ha riposato la Grappa SoloPerGian (recensita sul numero 183), l’altro le bottiglie dall’omonima grappa, il cui ricavato è utilizzato per finanziare i progetti, le borse di studio e le esposizioni, nell’ottica sempre propositiva di questa famiglia di distillatori di contribuire allo sviluppo del territorio astigiano.

Grappa Riserva 75 anni, al compleanno di Berta

La degustazione

Grappa Riserva 75 anni
43% vol
Dal colore ambrato, è infatti ottenuta dall’assemblaggio di dieci diverse annate di Selezione del Fondatore, l’etichetta più preziosa delle Distillerie Berta, una grappa invecchiata, da barbera e nebbiolo. Realizzata con un sistema di distillazione discontinuo in caldaia di rame a vapore, viene poi affinata in legni diversi e di varie tostature.
All’esame visivo si presenta con un colore ambrato, di bella intensità. A livello olfattivo ha profumi complessi, ampi avvolgenti, di grande personalità. Si presenta come un concerto di sensazioni nelle quali spicca la frutta matura, la ciliegia, il tabacco, il cacao, la vaniglia. In bocca è ricca, avvolgente, si confermano le seducenti sensazioni avvertite al naso.