Iodio, profumo di mare a Roma

In In evidenza, News, Notizie, Ristorante by RedazioneLeave a Comment

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

 Primavera-Estate  2017 – Cocktail Champagne e Finger Fish

Aria di primavera è il richiamo del giovane ristorante di via Ostiense a Roma, che ha appena presentato un invitante menu per la nuova stagione a base di cocktail champagne e finger fish… irresistibile. Aperto da un anno si distingue per la fantastica selezione di materie prime (protagonista il mare) e l’atmosfera al tempo stesso semplice e raffinata, che lo hanno reso un locale di tendenza, amato da intenditori e appassionati.

Si trova in via Ostiense 503, ha circa 40 posti all’interno e altrettanti all’esterno, allestito in un ex complesso industriale, con semplice e originale eleganza ispirata al mare e divertenti murales sui muri esterni. Una volta scoperto non lo si lascia più, tanto è piacevole l’anima marinara, sarà suggestione ma sembra di stare a due passi da una scogliera, profumo di iodio…. Anima e patron del locale è lo chef Patrizio Alunni Tullini, che dopo una lunga esperienza nella ristorazione ha deciso di lanciarsi in un progetto tutto suo.

Il pesce arriva freschissimo dalle aste di Anzio, Terracina e Orbetello, scelto dal patron personalmente, per un menu che propone una bella varietà di crudi (carpacci, crostacei e tartare) sapore di mare in purezza, e di cotti come il crostone con guacamole e salmone marinato o lo spiedino di mazzancolle croccanti, il filetto di baccalà al profumo di cacao. Poi i primi piatti come lo Spaghettone Monograno Felicetti (famosi pastai dal 1908 che utilizzano acqua surgiva delle Dolomiti e semola dei migliori cereali) declinato in ricette semplici e gustose dalla Carbonara di mare con tonno croccate, all’Aglio, Olio, Peperoncino, Pecorino e battuto di Gamberi Rossi…..Anche i secondi piatti seguono l’onda della freschezza e stagionalità e non mancano i dessert fatti in casa come lo Iodio al mascarpone.

Punta di diamante dell’offerta gastronomica sono le ostriche francesi, selezionate con la consulenza del grande Corrado Tenace di Oyster Oasis, presente al lancio del menu di primavera, un guru del settore, mentre il caviale è il prestigioso Calvisius. Non da meno il pane che arriva fragrante da Albanesi, il forno delle meraviglie. All’altezza della situazione la carta dei vini dove sfilano importanti etichette italiane e francesi, con una nutrita schiera di bollicine.

E arriviamo ai cocktail e al Cocktail Bar, novità della stagione primavera-estate 2017, da gustare anche nel delizioso dehors, dove lo champagne de La Maison Joseph Perrier è alla base di 5 avvincenti nuove proposte: Bianco sbagliato con aggiunta di Biancosarti e Vermouth Bianco; Anzio profumato al gin; Orbetello con St Germain, rosmarino e lime disidratato; Terracina con gin, angostura e Benedectine e il classico Kir Royale con Creme de Cassis. Come aperitivo accanto ai cocktail  si possono gustare i “pesciolini”, mini versioni degli antipasti caldi. Naturalmente è possibile la versione italiana dei con ottimi Franciacorta, per chi preferisce le nostre bollicine. E la lista dei cocktail a dire il vero è ben nutrita.

Molto interessanti le iniziative che di tempo in tempo Patrizio Alunni Tullini propone, come le cene firmate a quattro mani con Oliver Glowing, Iside De Cesare e Kotaro Noda

Per concludere, Patrizio ha raccontato a Cucina&Vini i suoi Spaghettoni Felicetti alle Vongole:


                                 RICETTA VERACE

 

“Un giro di olio in padella, uno spicchio di aglio diviso a metà, un pizzico di peperoncino (fuoco medio).

Scaldare appena l’olio e quando è caldo buttare in padella 14/16 vongole (dose per persona), sfumate con mezzo bicchiere di vino bianco e subito dopo aggiungete mezzo bicchiere di acqua di cottura della pasta…

A fuoco lento le vongole si aprono, quando sono tutte aperte e il sughetto si presenta abbastanza denso (ma non troppo) spegnere e lasciar riposare, considerate che mentre riposa si addensa ulteriormente, quindi meglio un po’ più lento…

Assaggiate e sentite se il piccante è di vostro gradimento… (semmai aggiungete)

A 120 secondi dallo scadere della cottura della pasta iniziate a scaldare le vongole.

A 90 secondi dallo scadere della cottura della pasta mettetela  in padella con le vongole, aggiungete 1 mestolo abbondante (quasi 2) ed iniziate a girare in modo che l’acqua di cottura si amalgami con la salsa delle vongole, arrivate allo scadere del tempo di cottura continuando a girare (avrete così una bella pasta al dente) e nel caso in cui la pasta si asciughi troppo aggiungete mezzo mestolo di acqua di cottura per volta, finché non avrete la cremosità desiderata…

Se di stagione consiglio vivamente di aggiungerci fiori di zucca o mini asparagi…

Il risultato è assicurato!! “.

 

 

Iodio Fish Restaurant

Via Ostiense 503, Roma

06.5415034

Chiuso il lunedì

www.iodioroma.it

Pagina Facebook: IODIO @iodioroma

Instagram: @iodioroma

 

 

Rossella Gargiulo

About the Author

Redazione

Summary
Iodio, profumo di mare a Roma
Article Name
Iodio, profumo di mare a Roma
Description
Aria di primavera è il richiamo di Iodio, giovane ristorante di via Ostiense a Roma, che ha appena presentato un invitante menu per la stagione primavera-estate 2017 a base di cocktail champagne e finger fish… irresistibile....
Author

Condividi
  • 7
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    7
    Shares

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.