Lo chef Antonio Magliulo interpreta il caviale

In Notizie, ristoranti by Fabio De RaffaeleLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le diverse sfaccettature del caviale viste da Antonio Magliulo

 

 

 

Di Fabio De Raffaele

 

Antonio Magliulo è l’executive chef del ristorante “The Cesar”, l’elegante luogo per buongustai inserito all’interno del “Relais La Posta Vecchia”.

Situato a una manciata di chilometri da Roma, il ristorante ha una terrazza affacciata sul Mar Tirreno, dietro il quale si può veder sparire il sole o specchiarsi la luna gustando i piatti nei quali Antonio Magliulo riversa tutta la sua tecnica condita di fantasia. L’ultima occasione si è presentata di recente, una serata dedicata esclusivamente al caviale, non poteva che essere una conferma. Si parte con il benvenuto dello chef, un tris di finger dove il primo era baccalà, gazpacho di pomodoro, frisella, caviale e foglia di cappero. Il secondo un abbinamento di ostrica e caviale e il terzo un inedito e coinvolgente gelo di campari e caviale. Il benvenuto prevedeva anche una papalina di caviale, rigorosamente con il cucchiaino di madreperla, a disposizione di ogni commensale. Equilibrata e con la giusta alternanza di dolcezza, freschezza e sapidità, la “ricciola, albicocca acida e caviale Siberian”. Si prosegue con i “tagliolini allo zafferano, ristretto di polpo, salicornia e lingotto di caviale”, un’esplosione di gusto e aromi speziati abbinati alla croccante e salina salicornia, intrigante complice del caviale.  Prima del dessert è la volta del secondo, “astice blu, scarola uvetta e pinoli, marinara e caviale Tradition Royal”. Cottura impeccabile dell’astice, ben bilanciato dall’amaricante scarola, punteggiata dalla croccantezza dei pinoli e il tutto sostenuto dall’elegante brio sapido del caviale. Si chiude con la freschezza di un “fior di fragola, semifreddo alla panna, zuppetta di fragole e vaniglia”. Un piacevole percorso sensoriale fatto di equilibrio, eleganza e fantasia.

About the Author

Fabio De Raffaele


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.