Bortolomiol: qualità e sostenibilità

In In evidenza, News, Notizie, Vino by RedazioneLeave a Comment

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

 

Siamo oltre sette miliardi di abitanti sull’astronave terra e le previsioni prevedono che in trenta-trentacinque anni supereremo la soglia dei dieci. I problemi di vivibilità che incontriamo oggi sono quindi destinati ad aumentare e si rende necessario l’impegno da parte di tutti sia nelle mura domestiche e ancor di più nei centri produttivi. Lo scorso 28 febbraio le sorelle Bortolomiol hanno presentato il loro contributo

 

Non avevamo bisogno di avere riscontri sulla qualità poiché l’azienda è una di quelle che premiamo da oltre dieci anni nella nostra guida Sparkle e comunque abbiamo assaggiato in anteprima il BandaRossa 2016 – la vendemmia 2015 è stata premiata nell’edizione 2017 di Sparkle – trovandolo giovane ma veramente interessante: nonostante i traguardi raggiunti, anche in quest’ottica Bortolomiol punta alla crescita e infatti da circa un anno ha ingaggiato Roberto Cipresso. Il noto enologo ha anche il compito di dare ulteriore vitalità alla tendenza “green” che l’azienda ha intrapreso nel 2008, quando ha trasformato i due ettari di proprietà nel centro di Valdobbiadene da agricoltura convenzionale a biologica, dando vita nel 2011 all’etichetta di Prosecco Superiore biologico Ius Naturae Brut.

Non solo, in quegli anni nasce il progetto Green Mark, teso ha sollecitare i conferitori a spostarsi su una viticoltura meno impattante incrementando la qualità dell’uva finale: la risposta dei vignaioli è stata positiva, segno di una condivisione totale della esigenza di sostenibilità della famiglia Bortolomiol. L’ultimo passaggio, il più recente, la valutazione della Carbon footprint di due etichette simbolo, il Motus Vitae e lo Ius Naturae, in collaborazione con Indaco2, società spin-off dell’università di Siena: il gas serra totale emesso in atmosfera nella produzione di questi due vini è ampiamente compensato da un bosco aziendale di tre ettari – sito ai confini della denominazione nei pressi di Monte Cesen -, che la famiglia di Bortolomiol cura. La valorizzazione dell’ambiente attraverso investimenti è “un impegno che ci assumiamo ogni giorno – dichiara Elvira Bortolomiol -, con l’obiettivo di lasciare un territorio più green alle prossime generazioni”.

 

Francesco D’Agostino

About the Author
enrico pozza

Redazione

Summary
Bortolomiol: qualità e sostenibilità
Article Name
Bortolomiol: qualità e sostenibilità
Description
Lo scorso 28 febbraio le sorelle Bortolomiol hanno presentato il loro ulteriore contributo alla sostenibilità con l’ultimo passaggio, il più recente, la valutazione della Carbon footprint di due etichette simbolo, il Motus Vitae e lo Ius Naturae, in collaborazione con Indaco2, società spin-off dell’università di Siena. La valorizzazione dell’ambiente attraverso investimenti è “un impegno che ci assumiamo ogni giorno - dichiara Elvira Bortolomiol - con l’obiettivo di lasciare un territorio più green alle prossime generazioni”.
Author

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.