Foto Il cibo immaginario

Il Cibo Immaginario, a Roma la mostra su pubblicità e alimenti

In In evidenza, Notizie by guido bonatiLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Nella mostra Il Cibo Immaginario c’è un poi di noi italiani, della nostra storia recente, dalla ricostruzione post-bellica all’austerity. Grazie al cibo …

Foto Il cibo immaginario

Apre oggi i battenti a Roma la mostra Il Cibo Immaginario. 1950- 1970 Pubblicità e immagini dell’Italia a tavola, ideata e curata da Marco Panella, e prodotta da Artix in collaborazione con Coca-Cola Italia, Gruppo Cremonini e Montana. Si tratta di una raccolta di racconta venti anni di vita e costume italiani, con iconografia, stili e linguaggi della pubblicità del cibo e dei riti del mangiare.

Logo di Il cibo immaginario

Oltre 300 immagini, rendono fruibile al grande pubblico un percorso ragionato che recupera un giacimento culturale che ha segnato la modernità italiana; immagini da osservare una ad una, cogliendone l’evoluzione dei paradigmi di comunicazione e, soprattutto, la portata evocativa ed emozionale; una storia visiva suggestiva, nella quale rintracciare i segni del cambiamento di un’Italia che corre veloce dalla Ricostruzione fino all’Austerity e che, nel cibo e nei modi del mangiare, trova un media fortissimo  e misura il suo affrancamento sociale.

Gli oggetti esposti in Il Cibo Immaginario sono materiali cartacei sopravvissuti e recuperati dalla dispersione, cercati e trovati nelle case e nelle cantine, nei mercatini del piccolo modernariato e sui siti di aste telematiche, materiale povero e al tempo stesso ricco di vita vissuta: riviste, dalle quali sono state tratte le inserzioni pubblicitarie, e poi depliant, cataloghi premio, agende per la casa, calendari, locandine, cartoline illustrate, fotografie, figurine, fumetti e, a completamento della memoria cartacea, una selezione di piccole latte pubblicitarie, oggetti ed utensili promozionali di quando la parola gadget non era ancora  entrata nell’uso quotidiano.

La mostra è visitabile presso il Palazzo delle Esposizioni di Roma fino al 6 gennaio 2014.

 

 

 

About the Author

guido bonati


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.