Il nostro Luciano Nebbia ci ha lasciati

Amore, passione, entusiasmo, rispetto. Luciano nella sua vita ha messo il cuore davanti a tutto. Oggi, 30 aprile 2022, Luciano Nebbia si è spento, consumato da questo vile virus che non ha potuto contrastare. Luciano era uno dei nostri, condivideva con noi da oltre venti anni il desiderio di vivere e raccontare “il meraviglioso mondo del vino” – sono parole sue -; con qualcuno di noi l’amicizia era antecedente insieme alla gioia di scoprire le storie del vino. Quando penso a Luciano, e credo che siamo in tantissimi ad avere la stessa visione, il suo sorriso, espressione forte di una dote di bontà non comune, illumina il ricordo. Era una persona veramente speciale, il suo bagaglio di sensibilità era talmente abbondante che il sorriso aveva sempre la meglio e le sue parole giuste arrivavano a tutti. A proposito di sorriso, nelle nostre lunghe sedute di assaggi, la prima volta nel 2001, talvolta ce la prendevamo con Luciano e con il suo smisurato atteggiamento di rispetto di fronte a tutti i calici, dai più blasonati ai più semplici… È stato tra i primi sommelier a diplomarsi a Roma, veramente molti anni fa e poi, grazie a un amico comune, si avvicinò a Cucina & Vini, a poco tempo dalla sua nascita, diventando subito uno dei degustatori a firmare le nostre guide dei vini. Poi nel 2010, e non poteva che essere così, ha fondato con noi la nuova casa editrice che ha rilevato la nostra rivista e le nostre guide, continuando a portare il suo contributo con gli stessi sentimenti del primo giorno. Oggi Luciano ci ha lasciato, ha raggiunto altri due nostri cari che lo hanno preceduto e ci sentiamo di doverlo ricordare con un vero brindisi, questo lui vorrebbe. Il dolore è veramente fortissimo, ma la gioia del privilegio di averlo conosciuto è di gran lunga superiore. Cin cin Luciano