La Mozzarella di Bufala Campana Dop è salva

In Formaggi, In evidenza, Notizieby vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Un decreto del Mipaaf salva la Mozzarella di Bufala Campana Dop

Logo della Mozzarella di Bufala Campana DOP

Come qualcuno ricorderà la legge 205/2008, che entrerà in vigore a luglio, imponeva la produzione di Mozzarella di Bufala campana Dop in stabilimenti esclusivamente dedicati a tale produzione.

Il Consorzio di Tutela aveva lanciato immediatamente l’allarme di molti consorziati che denunciavano l’impossibilità di attuare tale disposizione con conseguente uscita dal Consorzio e quindi la decisione di tornare a produrre formaggi non certificati. Questo avrebbe messo una seria ipoteca sul futuro di questa prelibatezza.

Il decreto del 10 aprile a firma del Ministro Mario Catania, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il 24 aprile, emana nuove norme. Sostanzialmente vengono accettate le richieste del Consorzio e vale a dire che nello stesso stabilimento potranno essere prodotti sia la mozzarella Dop sia altre tipologie di formaggio non a denominazione, a condizione che, per qualsiasi realizzazione, sia utilizzato esclusivamente latte di bufala proveniente dall’area Dop.

Grande la soddisfazione del Consorzio di Tutela che attraverso il suo presidente, Domenico Raimondo, dichiara: “Così il Governo dice sì alla nostra proposta sulla provenienza esclusiva del latte dal territorio della Dop, contenuta nella bozza di modifiche al disciplinare che da un anno e mezzo attende l’approvazione delle istituzioni interessate. Siamo molto soddisfatti del provvedimento. In questo modo si rafforza il marchio Dop, s’innalza la qualità del prodotto, si assicura la tracciabilità totale e non si costringono i nostri allevatori a morire. Ringraziamo il ministro delle Politiche Agricole per aver compreso appieno il nostro appello”.

Come precisato anche dal direttore del Consorzio, Antonio Lucisano, il decreto facilita anche il consumatore che a questo punto troverà sul mercato solo tre tipologie di prodotto: la Mozzarella di Bufala Campana Dop; la mozzarella di bufala non a denominazione, comunque ottenuta con latte proveniente dall’area Dop, realizzata dai produttori aderenti al Consorzio e infine quei prodotti non certificati realizzati da quei produttori non consorziati che utilizzano latte e semilavorati bufalini provenienti da ogni luogo.

Fabio De Raffaele

About the Author

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.