PREMIATA PANINERIA PIGNETO & SPIRITO – Aprono oggi al Pigneto

In In evidenza, News, Notizie, ristoranti by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Da oggi due nuove interessanti aperture andranno ad arricchire il panorama enogastronomico del quartiere Pigneto a Roma.

_MG_0847

Aprono oggi nel quartiere Pigneto di Roma Premiata Panineria Pigneto e Spirito, creazioni di Massimo Innocenti e Agathe Jaubourg (già ideatori del Micca Club e del bar ristorante Necci). Due locali in controtendenza con la moda del momento, in cui il cibo svolge un ruolo di coprotagonista e non di attore principale che invece spetta al bere. Sono due realtà comunicanti – vi spiegheremo poi come – ma che hanno due anime completamente diverse.

Premiata Panineria Pigneto ricorda una salsamenteria sia per atmosfera che per lo stile. Al centro troneggia un banco lungo ben 6 metri in cui fanno bella mostra i dessert (fatti ad hoc dalla rinomata Pasticceria Necci) e una esposizione orizzontale di bevande rigorosamente italiane, analcoliche e birre. Come suggerisce il nome, qui si mangiano panini fatti come si deve, quindi buon pane – realizzato da Stefania Pistillo del Forno Necci – farciture interessanti preparate con ottima materia prima come Il baccalà che è un merluzzo del Baltico di prima scelta per realizzare il Premiato, pane al nero di seppia con filetto di merluzzo in crosta di fiocchi di mais e salsa tartara artigianale. Oppure il macinato che da il nome al panino omonimo con l’hamburger di vitellone razza marchigiana e arriva da Picinisco, nel Parco Nazionale d’Abruzzo. Alle 6 tipologie di panini, si uniscono anche un fish&chips con filetti di baccalà in pastella e sfoglie di patate del Fucino, le panelle con pepe rosa e ancora molto altro. Non ci sono tavoli, ma solo mensole e sgabelli alti dove accomodarsi. Il menù sembra interessante con prezzi più che onesti, da un minimo di 4 € (pane e panelle) a un massimo di 6,50 € (panino Macinato), con la possibilità di creare il proprio panino con l’aggiunta di pancetta, formaggio, condimenti e salse.

SPIRITO_Bar

Gli sguardi più attenti noteranno sul fondo della sala una porta da cella frigorifera, quella delle macellerie per intenderci. C’è scritto Carni Scelte e al centro è posizionato un citofono ad  anticipare l’accesso ad un altro ambiente, da qui infatti si entra nel magico mondo di Spirito, il club più inconsueto della capitale. Lontani anni luce dall’atmosfera familiare e rassicurante della Panineria appena visitata, siamo nel più puro secret bar, un gentlemen club destinato a chi considera il bere una cultura e non una abitudine. Ben 130 posti totali – 70 interni e 60 in terrazza – per un locale che ruota intorno al drink ma che è lontano anni luce da un pub o da un bar, infatti un vero e proprio vademecum regola il tempo che gli ospiti passeranno da Spirit. Per trascorrere del tempo da Spirito sarà necessario seguite le regole elencate nella carta del locale dunque uso dei cellulari solo se strettamente necessario, buone maniere con i bartender, niente coretti da stadio, niente cocktail a chi ne ha già avuti troppi, niente musica techno, niente atteggiamenti da bisca. Il collegamento con la vicina Panineria rende possibile accompagnare i drink con panini o cartocci di fish&chips.

SPIRITO_Corte interna

Spirito mescola stili esattamente come si fa con gli ingredienti di un cocktail. Ferro e grandi vetrate amalgamano la sala con gli spazi all’aperto, un giardino con tavolini e sopra una grande terrazza. Eleganti poltrone e divani di pelle rossa circondano il pianoforte e il tavolo da gioco che funge da banco bar. Dal doppio fondo del bancone bar spunta una roulette e, naturalmente, l’esposizione delle bottiglie, perché questo è il regno di chi beve responsabilmente, e con il desiderio di un bicchiere preparato da professionisti (Valentina Bertello, Lela Ernandes, Alessandro Bolzonella), servito con tutte le attenzioni che merita un drink di alto livello. All’aperto lo stile cambia, abbandona le architetture da raffinato club notturno per arredamenti informali, colorati, in perfetta sintonia con l’understatement del Pigneto. “Spirito” vuole farsi portavoce della cultura del bere bene, regalare ai suoi ospiti momenti unici, andare oltre le mode e le convenzioni, suggestionare gli appassionati e sedurre i neofiti.

Da spirito si entra solo su prenotazione e il tavolo ricopre un ruolo così importante che alcuni saranno dedicati ai clienti speciali che firmeranno il loro con una targhetta.

Entrambi i locali saranno aperti dal mercoledì al lunedì (martedì riposo), dalle ore 19 alle 03.00.

di Valentina Venturato

 

PREMIATA PANINERIA PIGNETO                SPIRITO

Roma – Via Fanfulla da Lodi, 53                   Cell. 3272983900tel 0645502362                                            www.club-spirito.com
www.premiatapanineria.com
info@premiatapanineria.com

About the Author
Valentina Venturato

vventurato

Summary
PREMIATA PANINERIA PIGNETO & SPIRITO
Article Name
PREMIATA PANINERIA PIGNETO & SPIRITO
Description
Da oggi due nuove interessanti aperture andranno ad arricchire il panorama enogastronomico del quartiere Pigneto a Roma.
Author

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.