FILTRA GLI ARTICOLI

Focaccia rustica con salumi e formaggi

Questa focaccia può essere un piatto di recupero ma anche un modo per valorizzare dei grandi salumi e formaggi. Sandro Tomei, bravissimo selezionatori di eccellenti materie prime e affinatore di ottimi prodotti caseari ha scelto la seconda opzione. Ecco allora la sua focaccia di salumi e formaggi.
Portata Antipasti
Cucina classica
Focaccia rustica con salumi e formaggi
0 da 0 voti
VOTA

Ingredienti  

  • 500 g di farina 0
  • 7 g di lievito di birra secco o 27 grammi di quello fresco
  • 65 g di olio extravergine di oliva
  • 150 g di latte intero a temperatura ambiente
  • 150 g di formaggio vaccino stagionato grattugiato
  • 100 g di pecorino romano grattugiato 
  • 150 g di salumi misti a piacere, tagliati a cubetti
  • 5 uova medie
  • 12 g di miele
  • 10 g di sale
  • Pepe nero q.b.
  • 100 g di formaggio misto (pecora e mucca) semistagionato

Istruzioni 

Per l'impasto di partenza

  • Setacciare la farina e metterla nella ciotola dell’impastatrice insieme al lievito e al miele. Aggiungere il malga vecchio grattugiato e il pecorino romano, montare il gancio dell’impastatrice, e avviare la macchina a velocità media. Con la macchina in lavorazione aggiungere il latte a filo; quando sarà completamente assorbito sbattere a parte le uova e unirle, poco per volta, all’impasto sempre lavorando con il gancio. Quando anche queste saranno state assorbite dall’impasto aggiungere l’olio sempre a filo e infine sale e pepe. Lavorare l’impasto per una decina di minuti, e comunque fino a ottenere l'incordatura. Aggiungere il formaggio semistagionato precedentemente tagliato a cubetti e lavorare ancora per un paio di minuti. Infine unire i salumi e impastare sempre per un paio di minuti.

Per la formatura della focaccia

  • Trasferire l’impasto sul piano di lavoro leggermente unto, se possibile evitare di aggiungere farina, fare le pieghe (dal lato più stretto  dell’impasto prendere un lembo laterale e portarlo verso il centro, ripetere con l’altro lato, e poi ripiegare l’impasto su se stesso). Trasferire in uno stampo a bordi alti, andrà benissimo quello del panettone o da plumcake. Lasciare lievitare l’impasto sino ad almeno il raddoppio, comunque non meno di quattro ore mantenendolo a una temperatura di 20/25 °C. La lievitazione dovrà avvenire in luogo riparato e protetto da correnti d’aria.

Per la finitura e cottura

  • Accendete il forno e portarlo ad una temperatura di 180 °C in modalità statica ( non ventilato) e inserite una ciotola di acqua sul fondo. Infornare l'impasto lievitato e cuocere per un'ora circa, avendo cura di togliere la ciotola dell'acqua a circa mezz'ora dall'inizio della cottura. Per verificare la cottura si può fare la classica prova stecchino usandone uno lungo da spiedini. Nel caso la superficie della della focaccia dovesse scurirsi troppo prima del termine, sarà sufficiente coprirla con un foglio di alluminio e continuare la cottura. Quando sarà pronta, sfornarla e lasciare intiepidire prima di toglierla dallo stampo.