Nuove aperture – A Roma apre Salotto Trieste.

In Notizie by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

 

Avviare una attività imprenditoriale nel mondo della ristorazione, è sempre un atto di coraggio. Lo è per moltissimi fattori. Per l’impegno che un locale richiede per esempio, un impegno sia fisico che mentale. Del resto si lavora quando gli altri si riposano, si dorme poco e ci si stanca molto. Lo è perché il rapporto con il pubblico si snoda su fili sottilissimi in cui bisogna dosare pazienza, diplomazia, disponibilità ma anche autorevolezza. Lo è impegnativo perché, soprattutto nelle piazze come Roma, la concorrenza è spietata e il gioco al ribasso a volte crea danni sia in termini di proposta offerta ma anche sul bilancio complessivo del fatturato. Dunque, se un imprenditore che decide di aprire un ristorante possiamo definirlo coraggioso, una coppia di fratelli che avviano il loro ristorante a Roma nei tempi del famigerato Covid19, come possiamo definirli? Forse, sono semplicemente (si fa per dire) degli imprenditori che conoscono il rischio di impresa e se ne assumono tutte le responsabilità. Parliamo di David e Daniele Guidi che lo scorso 26 maggio a Roma, nell’elegante quartiere Trieste hanno aperto il Salotto Trieste. Un locale poliedrico, aperto dalla colazione alla cena che offre una cucina romana, tradizionale, con dei tocchi innovativi in uno spazio bello e accogliente come deve essere un salotto.

 

A dirigere la cucina c’è lo chef Mario Schiano, che insieme ai piatti simbolo della cucina romana ne propone altri in cui trovano posto influenze campane, toscane e venete. Tra i primi, alle classiche paste romane si uniscono una calamarata con pecorino, cozze, crema al prezzemolo e una amatriciana con gamberi. Per gli amanti della carne ci sono le costolette di agnello aromatizzato alle erbette, broccolo romano, salsa sedano oppure filetto di maialino con salsa al latte e scarola saltata con uvetta e pinoli. Da buon campano, lo chef Schiano ha una ottima mano anche con i piatti di mare come questo rombo alla cacciatora con crema di ceci e misticanza o il baccalà in olio cottura con lenticchie. Chiusura in dolcezza affidata a degli evergreen della nostra pasticceria, primo tra tutto il tiramisù, ma anche il semifreddo al pistacchio, salsa di lamponi e cioccolato fondente oppure la mousse al gianduia. Il vino per l’accompagnamento è da scegliere in una lista snella e ben ragionata che conta circa 50 etichette nazionali con una piccola selezione di bolle francesi.
Bonus: per tutta l’estate verrà applicato uno sconto del 15% sulla cena.

SALOTTO TRIESTE
Corso Trieste 146/b
Aperto tutti i giorno dalle 10.30 alle 23.30
Prenotazioni : 393.4535894

About the Author
Valentina Venturato

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.