Sparkle Day 2018 – La più grande degustazione di bollicine italiane

 

SCOPRI LE AZIENDE PRESENTI

L’ELENCO DELLE 5 SFERE

L’AREA FOOD

 

Presentazione della sedicesima edizione della guida a Roma al Westin Excelsior il 2 dicembre scorso e grande degustazione di bollicine italiane per un pubblico sempre più coinvolto

 

Dalla prima edizione del nostro evento sono passati dieci anni. Allora già si viveva un certo fermento intorno alle bollicine italiane ma non si poteva prevedere quanto successo avrebbero raggiunto. Il pubblico era molto attento, molti i grandi appassionati e conoscitori, pochi i curiosi.

Allo Sparkle Day 2018 abbiamo notato tanti giovani intorno ai vent’anni, quelli nati nelle stagioni a cavallo tra il vecchio e il nuovo millennio, meglio noti come millennials. Erano stupiti di poter assaggiare tanti vini spumanti eccellenti, abituati probabilmente a quelle apericene dove si consumano bollicine ma di bassa qualità.

Il pubblico si è allargato in termini di categorie e nei numeri: oltre 3600 persone hanno varcato le soglie dello Sparkle day 2018 in sei ore di manifestazione, ribadendo con grande energia la voglia di confrontarsi con questo meraviglioso spaccato italiano.

La diversità, come nei vini fermi, è il leit motiv della proposta del nostro Paese e la grandi sale del mitico Excelsior di via Veneto ospitavano le bollicine suddivise per regione e per denominazione consentendo al pubblico di afferrare il linguaggio dei diversi territori, specialmente quelli che utilizzano le stesse uve: questa la forza della nostra guida, trasferita totalmente nello Sparkle Day, poter scoprire e assaggiare in rapida successione Alta Langa, Oltrepò Pavese, Franciacorta e Trento e capire finalmente come parlano le differenti zone.

Prima della grande degustazione cominciata alle 16, Francesco D’Agostino, curatore della guida e direttore della nostra rivista, insieme a Mary Cacciola e Andrea Lucatello, il noto duo di Radio Capital, ha presentato gli esiti dell’edizione 2018 della guida, spaccato di un’Italia vitivinicola molto preparata tecnicamente, concentrata come non mai a dare voce ai differenti linguaggi espressivi, caratterizzata da tante diverse personalità che finalmente emergono decise.

E poi la premiazione dei 70 campioni del 2018, le 5 sfere, una vera parata di stelle che ha visto avvicendarsi gli eroi delle bollicine italiane, quei produttori che da decine di anni si battono per questo prodotto, a cui si sono aggiunte alcune piacevoli novità a dimostrazione che il vino spumante italiano è vivo e vivace, dotato di tutta la potenza di fuoco per intercettare la domanda mondiale crescente di vino spumante.

Premio speciale “Giovani al timone”, voluto dal nostro sponsor I dolci Sapori, a Stefano Pola dell’azienda Andreola, presente ogni anno nella lista dei premiati di Sparkle con i suoi Prosecco Superiore di Valdobbiadene.

Di poco successiva all’apertura dei banchi di assaggio, l’organizzazione delle isole golose, dei punti di ristoro dove poter abbinare le bollicine con preparazioni invitanti da gustare in piedi.

Meglio Fresco, con noi da sempre, una delle migliori pescherie della capitale, divenuta da tre anni anche piccolo ed eccellente ristorante, presnete con crudi e cotti di pregio.

Meraviglie in Pasta, uno dei laboratori di pasta fresca più apprezzati del Lazio (è a Zagarolo) con fettuccine spesse e ruvide al ragù , cannelloncini al manzo e pistacchi, ravioli…

Optymum, il sito e-commerce di Gianluca Saccente che propone una selezione di salumi e formaggi di alta qualità.

Orlando Sapori di Sicilia, noto ristorante romano di cucina siciliana con le bontà isolane quali kebab di pesce spada, caponata, cannolo siciliano e cassata.

Maletti1867, storica azienda del modenese specializzata nella produzione di salumi, con una selezioni di affettati tradizionali di manifattura eccellente.

Non mancava l’acqua di qualità, anche quest’anno fornita da Filette.

Per finire in bellezza il caffè a base di miscele pregiate nella postazione di Oro Caffè che ha preparato migliaia di tazzine.

Quest’anno l’evento ha ricevuto il supporto della realtà lombarda I Dolci Sapori, un franchising di pasticcerie e caffetterie con sede a Busto Garolfo, e come sempre dell’azienda francese di tappi tecnici in sughero, la Diam Bouchage, che con la sua linea Mytik dedicata allo spumante, chiude un numero sempre crescente di bottiglie di spumante italiane.

L’appuntamento con la migliore produzione di bollicine italiane è per il primo dicembre 2018, quando andrà in scena lo Sparkle Day 2019 nei saloni romani di via Veneto del Westin Excelsior e celebreremo ancora una volta il successo crescente della spumantistica italiana, riflesso poliedrico del nostro Bel Paese.

A proposito dell'autore