Tenuta I Fauri – Abruzzo – Bererosa 2020

In Bererosa 2020 by editorLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Alba Rossa Rosé Brut
Vino spumante

Gradazione: 12,5% vol
Uve:
Il vino: la freschezza minerale accoglie e lascia il campo al frutto accattivante, con  leggiadrie floreali, per poi tornare protagonista a fine assaggio, chiudendo il cerchio. Rosa corallo cerasuolo, solcato da perlage sottile, unisce in modo immediato i toni fruttati con i minerali nei ricordi di ciliegia, arancia rossa, salgemma, fragola, arenaria, lampone, mela, susina nera, mora, granatina, in una progressione sempre più coinvolgente che arriva a sentori di chinotto, tutti sfumati da respiri di peonia e rosa,  con cenni vegetali di rovo e mirto, note di nocciola secca. Fresco, sapido, voluminoso, ha trama media e si sviluppa diretto, soffermandosi sulla lingua ma senza suscitare spigoli. La componente salina sollecita i minerali a condurre il retrolfatto, con il frutto che dà sempre il suo contributo in un insieme di stile fresco e teso.
L’abbinamento: perfetto con salumi, matrimonio d’amore con pizza romana ripiena di coppa di testa.

 

Cerasuolo d’Abruzzo Baldovino 2019
Doc

Gradazione: 13,5% vol
Uve: montepulciano
Il vino: è polposo, si avvicina quasi a un rosso ma ha appeal e bevibilità da rosato, con il suo frutto intenso e la golosa speziatura al palato. Cerasuolo carico con riflessi porpora, è intenso e subito scuro di mora, mirtillo, visciola, chinotto che dialogano con toni delicati di grafite e scisto, poi si allarga ed ecco il lampone, la fragola, l’arancia rossa, la melagrana e propone anche floreali di rosa rossa, gladiolo rosso, fusi a sentori di macchia che ricordano mirto, erica, origano e ancora salgemma, con nuance di ciliegia sotto spirito. Polposo, sapido e molto fresco, è dotato di una netta pennellata tannica, ben integrata dalla morbidezza, che incrementa lo spessore del vino. Al retrolfatto si ritrova il naso ma accompagnato da una netta percezione di liquirizia nera che ne caratterizza il palato, invitando a un nuovo assaggio a dispetto della gradazione potente.
L’abbinamento: si esalta in compagnia di costolette d’abbacchio alla griglia.

Torna alla pagina principale di Bererosa 2020 web

About the Author
Francesco D'Agostino

editor


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.