Tiare Mate – Degustazione

In Senza categoria by Redazione Cucina e ViniLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Anno: 1997

13% vol

 

Carattere e bella finezza

Tinge il calice di un rubino appena granato. Al naso è intenso, vivo, fresco di sentori vegetali e fruttati, avvolti da minerali di grafite, per un insieme un po’ “scuro” anche di liquirizia e anice. Sfumature balsamiche di menta con toni golosi di after eight addolciscono l’insieme che declina il frutto rosso e nero con riconoscimenti di ciliegia, marasca e mirtillo, freschi e in sciroppo, nitido e di bella finezza. In bocca è molto elegante, dal tannino fitto e sottile perfettamente fuso, di bilanciata freschezza, buona salinità, per un insieme di bel ritmo e progressione aristocratica che scandisce il frutto, fuso con le spezie, e la grande mineralità, dimenticando i sentori vegetali.

About the Author
Redazione Cucina & Vini

Redazione Cucina e Vini


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.