valdoca

Valdoca Uvaggio Storico: una tradizione moderna

In In evidenza, Profili diVini, Vino by 280188Leave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

ValdocaDegustazione Val D’Oca Uvaggio Storico

La Cantina Produttori di Valdobbiadene, con i suoi cinquecentosessantasei soci, settecentoquattordici ettari vitati e undici milioni di bottiglie prodotte, è una realtà molto importante per tutta la produzione vitivinicola nazionale. Una vera corazzata del vino, nata oltre sessanta anni fa, che si propone con una gamma veramente ampia fatta di molte decine di referenze raggruppate sotto diversi mar- chi e Val D’Oca è quello più importante, orientato alla ristorazione e alle enoteche. Evidentemente rappresentativa della zona di Valdobbiadene, è inserita in uno dei paesaggi più straordinari e suggestivi d’Italia, dove territorio e uomini hanno saputo legarsi tra loro in completa simbiosi; i declivi non sono dolci, ma spesso assai ripidi e il lavoro in vigna richiede vero coraggio; ma il panorama ha un impatto unico, con i filari che segnano le colline lungo le linee di livello, in orizzontale quindi, nella maggior parte dei vigneti.

Ed è in questo contesto che viene prodotto, con l’amore di un tempo, questo importante spumante, l’“Uvaggio Storico”. Un nome appropriato, è proprio il caso di affermarlo perché era così che storicamente prendeva corpo quello che nel tempo sarebbe diventato uno dei vini italiani più venduti nel mondo e che oggi fa da traino ad altre produzioni vinicole italiane più blasonate e con esse a tutto l’export italiano. Un tocco di passato, con le sue suggestioni, i ricordi di una vita semplice ma ricca di emozioni, come si può evincere anche dall’etichetta molto singolare: una vecchia fotografia per riproporre la magia di un tempo.

Quando le vigne non erano specializzate su un solo vitigno, ma erano naturalmente dotate del blend di varietà che diventava vino da uve vendemmiate tutte nello stesso momento e ogni vitigno apportava il proprio importante bagaglio per raggiugere l’equilibrio. Nel tempo le varietà meno generose hanno lasciato spazio a quella che dava risultati più certi e così le varie perera, bianchetta e verdiso hanno lasciato spazio al prosecco, oggi tornato all’antico nome glera. La Cantina, grazie all’impegno di quattro viticoltori è riuscita a dotarsi delle varietà originali che, come nel passato, costituiscono una piccola ma significativa parte del vino, quel 15% che caratterizza e dà personalità, facendo riaffiorare la memoria degli aromi del passato con l’alta qualità del presente.

VAL D’OCA UVAGGIO STORICO 2012 DRY VALDOBBIADENE PROSECCO SUPERIORE DOCG
11,5% vol – € 14,00

Uve: glera 85%, perera, bianchetta
Trevigiana e verdisio 15%
Bottiglie prodotte: 50.000
www.valdoca.com

Di colore paglierino luminoso con perlage fine, propone un ampio ventaglio aromatico subito su note floreali dolci di acacia, glicine, lavanda, mimosa e camomilla, accompagnate da sfumature di menta piperita, salvia e timo, seguite da ananas, cedro, arancia, mandarancio, banana, pesca bianca, mela, pera, gelso bianco e mandorla, sia secca che pralinata, con la dolcezza amplificata da note di pasticceria con zucchero a velo; nuance minerali di selce completano il quadro. In bocca è fresco e morbido, di corpo agile ma presente, buona sapidità, ben equilibrato e con tessitura carbonica cremosa e compatta, per un insieme dinamico che si lascia bere con grande soddisfazione, sollecitando un retrolfatto coerente per ampiezza e profondità, di grande persistenza di frutto dolce e pasticceria.

Di grande versatilità, sposa bene un crudo di dentice, con vellutata di pesca al peperoncino ed extravergine o delle linguine alle cozze con dadolata di carciofi.

About the Author
silvio torterolo

280188


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.