Vinitaly 2014: curiosando nel padiglione del Lazio

In In evidenza, News, Notizie, Protagonisti, Vino by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Il nostro direttore, Francesco D’Agostino, in occasione dell’appena trascorso Vinitaly, ha avuto il piacere di visitare il padiglione della regione Lazio. Vediamo cosa ha scovato!

Cantine Silvestri

brut SilvestriRealtà antica dei Castelli Romani, la famiglia Silvestri vinifica e imbottiglia dal 1929. La gamma dei vini è ricca e non mancano le bollicine che nascono addirittura nel secondo dopoguerra. Abbiamo assaggiato, in compagnia di Alfredo Silvestri, nipote del fondatore, il Brut prodotto con metodo charmat in oltre 70.000 bottiglie: è uno spumante ben fatto che sposa falanghina e chardonnay. L’eredità nella spumantizzazione ha portato la famiglia Silvestri a investire dotandosi delle tecnologie produttive per effettuare in modo impeccabile il processo di spumantizzazione. Un calice equilibrato e cremoso, dal frutto piacevole in primo piano, con bei riflessi floreali, di beva interessante e buona personalità. Senza dubbio l’aperitivo romano per tradizione e risultati.

Tenuta Colfiorito

Sorgente ColfioritoUna realtà a due passi dalla Capitale che riserva molte sorprese. Siamo nella campagna di Castel Madama in una zona ricca di boschi ma anche di olivi come nel caso di Tenuta Colfiorito che produce un eccellente extravergine da rosciola. Un casale antico, che ora è disponibile sia per eventi e matrimoni, e delle case in pietra per una vacanza di charme. Finalmente anche il vino: abbiamo assaggiato il bianco Sorgente 2013, da uve greco e malvasia puntinata, e abbiamo scoperto un vino fresco di agrumi dolci e polposi, sfumati da gentili floreali, dal gusto vivo e salino, di bella tessitura, dotato di retrolfatto croccante. Insomma un calice molto piacevole che si fa veramente bere.

 

 

Cantine Volpetti

PIANTATE CESANESEPer i romani il cognome è quello noto di una famiglia che nei vari rami si è spesa nella produzione di vino ma anche nella vendita diretta di prodotti enogastronomici di alta qualità a Roma, in una rete di bei negozi golosi. Il vino è un’attività produttiva dal 1958, ovviamente focalizzata sui vitigni del Lazio, con qualche internazionale ben interpretato. Siamo nei Colli Albani, territorio di origine vulcanica, storicamente vocato alla viticoltura. In compagnia di Mauro Volpetti, abbiamo assaggiato Le Piantate 2011, da uve cesanese, un vino diretto di ciliegia, con sottili speziature, morbido e gustoso, tutto da bere anche sui 15°C, leggermente fresco quindi grazie alla gentilezza del suo palato.

Enoteca provinciale della Tuscia

imagesimagesimagesÈ un’associazione tra produttori che vogliono dare maggiore visibilità a un territorio che vanta un’eredità storica fuori dal comune e che in termini enoici è menzionato in tutti gli atlanti enologici del mondo grazie al suo Est! Est!! Est!!! di Montefiascone. L’Enoteca provinciale della Tuscia ha sede in un luogo prestigioso e di grande fascino, la Sala Martino IV della Rocca dei Papi a Montefiascone. Abbiamo incontrato il giovane presidente dell’organizzazione, Leonardo Belcapo, un uomo appassionato e ricco di entusiasmo, deciso e ridare a questa bella zona del viterbese la posizione che merita nel mercato vinicolo. L’Enoteca è luogo di promozione e aggregazione grazie a degli spazi che ospitano manifestazioni e appuntamenti golosi già in questi giorni. Ma l’estate sarà il periodo più importante e si annuncia ricco di eventi (tenete d’occhio la pagina FB Enoteca Provinciale della Tuscia). È una zona collinare con caratteristiche pedologiche che risentono molto dell’antica presenza di vulcani, ha grande flessibilità vitinicola, sono luoghi ricchi di fascino e tradizioni gastronomiche, insomma un territorio che non si può non conoscere.

Pallini

palliniPer i romani è un marchio familiare, nato addirittura nel 1851, che ha raggiunto tutti gli angoli del paese e oggi si è sviluppato in modo molto importante all’estero. Chi non ricorda gli sciroppi di frutta, goloso intermezzo di pomeriggi estivi con acqua, ghiaccio o latte, ingrediente principale della “grattachecca” o di cocktail profumati; o il famosissimo Mistrà, liquore a base di anice che ha aromatizzato i caffè di mezzo mondo. Dei tanti prodotti abbiamo assaggiato, in compagnia di Federica Borghi, export manager, il Limoncello, liquore che ha conquistato il pianeta, tanto che Pallini gli ha dedicato un sito in inglese. Realizzato esclusivamente dall’infuso di bucce di limoni di Amalfi per il loro aroma particolare, nel calice è intenso e profumato, estremamente mediterraneo. In bocca colpisce la morbidezza e il bilanciamento e la totale assenza di sensazioni caloriche. Perché farselo a casa?

Antica Cantina Leonardi

Leonardi_estestestUna realtà familiare di inizio secolo scorso che tra le prime ha cominciato a produrre i vini del territorio rifornendo famiglie e ristoranti col prodotto sfuso. Negli anni Settanta, sulla scorta del grande successo costruito in decine d’anni l’azienda decide di trasformarsi in realtà produttiva industriale di vino in bottiglia, continuando a raggiungere traguardi importanti. Da realtà contemporanea quale è sempre stata, l’azienda si prepara a un’altra svolta e col nuovo millennio abbandona la produzione di quantità per convertirsi al vino di qualità a partire ovviamente dalle affascinanti vigne poste sui declivi prospicenti il lago di Bolsena e nell’alta valle del Tevere. In compagnia di Riccardo Aputini abbiamo assaggiato l’Est! Est!! Est !!! del 2013, un vino già molto loquace al naso di fiori, frutto e macchia mediterranea, veramente invitante alla beva che è fresca e agile, coerente con l’olfatto.

 di Francesco D’Agostino

About the Author

vventurato

Summary
Vinitaly 2014: curiosando nel padiglione del Lazio
Article Name
Vinitaly 2014: curiosando nel padiglione del Lazio
Description
Il nostro direttore, Francesco D'Agostino, in occasione dell'appena trascorso Vinitaly, ha avuto il piacere di visitare il padiglione della regione Lazio, vediamo cosa ha scovato!
Author

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.