Bererosa 2020 – l’evento a Roma lo scorso 2 luglio

In Bererosa 2020 by editorLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Grande degustazione guidata di vini rosa fermi e con le bollicine, presso il Radisson Blu Es. Hotel a Roma

Degustazione a numero chiuso in tre turni. Gli ospiti si sono accomodati in tavoli opportunamente distanziati e i vini sono stati serviti da sommelier. A fine degustazione, una piccola selezione di salumi e formaggi è stata proposta in abbinamento.

Lo scorso 2 luglio è cominciato Bererosa 2020. La nona edizione di una manifestazione che in otto anni ha portato oltre ventimila persone ad assaggiare le espressioni italiane del vino rosa fermo e con le bollicine ha dovuto rivivere l’ansia della prima. Dovevamo incontrarci con il nostro affezionato pubblico il primo marzo a Roma per Lazio Prezioso, la manifestazione dedicata ai vini del Lazio e alle eccellenze gastronomiche, ma decidemmo di rinviare l’evento a una settimana dal ciack perché avremmo portato oltre mille persone a degustare vino gomito a gomito e in quella fase, seppur non fossimo ancora in lockdown, il senso di responsabilità ci ha imposto di prendere una decisione molto sofferta. Il 2 luglio, tornare a incontrare il pubblico con regole completamente diverse (distanziamento e sanificazione di tavoli e sedie a ogni turno) e quindi con numeri limitati, è stata una vera gioia. Insomma siamo stati tra gli ultimi ad annullare un evento sul vino e tra i primi a proporne uno a Roma, con le nuove regole. Nella sala del Radisson Es. Hotel di Roma abbiamo “osato” proporre trenta vini in assaggio in batterie di quattro-cinque, in tre turni da due ore, per consentire al pubblico, seduto su tavoli distanziati, di capire meglio i prodotti confrontandoli. La risposta è stata realmente entusiastica e quanto volevamo comunicare è stato recepito: il pubblico è stato gestito come si usa fare nelle degustazioni professionali dedicate ai giornalisti, aggiungendo una spiegazione dei vini all’inizio di ogni batteria e rispondendo alle domande successivamente all’assaggio. Tanta soddisfazione e qualche piccolo ritardo, accusato all’inizio del primo turno e amplificato leggermene dalle esigenze di sanificazione a ogni pausa (ne ha sofferto il terzo turno delle 20 che ha atteso quaranta minuti e ce ne scusiamo ancora); anche una critica da chi non si è accontentato di avere solo pane durante la degustazione e di ricevere un piatto di formaggi e salumi di alta qualità, selezionati per l’occasione da un esperto affinatore, soltanto alla fine, dopo il servizio dell’ultima batteria. Sui ritardi lavoreremo, quanto al food preferiamo restare su una degustazione di tipo professionale perché ha una maggiore valenza culturale. È stato un lavoro organizzativo complesso e faticoso perché sono state gestite 360 bottiglie di vino in sei ore da cinque sommelier (tre donne e due uomini e con questo le quote rosa sono saldamente al comando) che oltre a mettere in campo la loro professionalità hanno dovuto ricorrere a tutte le loro energie fisiche. Quanto al dietro le quinte e alla preparazione, la nostra squadra di Cucina & Vini ha lavorato oltre il normale impegno, rendendo possibile la realizzazione dell’evento che grazie al nostro pubblico è stato un successo.
Bererosa 2020 è cominciato il 2 luglio nel senso che è e sarà online una ricca selezione di vini rosa, raccontati da noi in termini organolettici e narrati dai produttori con un breve video realizzato apposta per Bererosa 2020 web. Questo il nome del grande spazio che sul nostro sito cucinaevini.it contiene tanto materiale da scoprire. Non solo, speriamo di suscitare la vostra curiosità tanto da farvi premere il bottone web che vi porterà nello shop virtuale di ciascuna azienda oppure vi metterà in contatto diretto con la stessa o con piattaforme scelte dal produttore di vino per la vendita.
Insomma, ieri si è riaperta felicemente una diversa stagione di degustazioni, ma noi desideriamo portare il vino rosa al grande pubblico e lo intercetteremo sicuramente con Bererosa 2020 web. (F. D’A.)

Questa la lista delle aziende presenti con i loro vini rosa

Codice Citra Abruzzo
I Fauri Abruzzo
Marramiero Abruzzo
Kettmeir – Santa Margherita Alto Adige
Librandi Calabria
L’Avventura Lazio
Vigne del Patrimonio Lazio
Cantine Lunae Liguria
Villa Franciacorta Lombardia
La Scolca Piemonte
Cantine Spelonga Puglia
d’Araprì Puglia
Garofano Puglia
San Marzano Puglia
Torrevento Puglia
Varvaglione Puglia
Il Borro Toscana
Andreola Veneto
Bortolomiol Veneto
Conte Collalto Veneto

 

About the Author
Francesco D'Agostino

editor


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Iscriviti alla newsletter di Cucina & Vini !

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.