Assaggi in Puglia al Vinitaly 2018 – Cantine Le Grotte

In Vino by editorLeave a Comment

Condividi
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

Pasquale Dell’Erba, affermatissimo imprenditore del marmo in Apricena, torna per passione al mondo della vitivinicoltura mettendo su Cantina Le Grotte e un agguerrito team che comprende Biagio Cruciani, direttore commerciale e amministrativo, e Ciro Spadone, enologo

Siamo in Daunia, ad Apricena, ai piedi del Gargano. È la città della pietra, luogo in cui la natura ha regalato un patrimonio geologico che va ad abbellire palazzi e ville di mezzo mondo. Non solo, la pietra è anche la gelosa custode dei resti del primo esemplare del genere Homo ritrovato in Europa, risalente a un milione e mezzo di anni fa; le tracce furono ritrovate proprio nelle cave di Dell’Erba nel 2006. Più recente la scoperta delle impronte di dinosauro, sempre nelle cave della stessa proprietà. Dalla preistoria alla tradizione, i terreni della zona sono ricchi di pietra calcarea, difficili da gestire, sistemati per la viticoltura grazie anche alla macchine utilizzate in cava con cui sono stati sminuzzate le pietre per creare un suolo particolare, che dà eleganza al vino. Così nasce Cantine Le Grotte nel 2013 . Siamo nelle terre del bombino bianco, vitigno ricco di profumi e acidità, adatto a produrre vini di grande finezza. Assaggiamo il Puglia Bombino Bianco Sico Igp 2017, dotato di 13 gradi alcolici per un prezzo allo scaffale di meno di 11 euro. Al naso è fresco e invitante, nitido di fiori bianchi e gialli, percorsi da sentori di macchia mediterranea, nei riconoscimenti di timo, mirto in foglia, origano, tutti fusi col frutto fresco di mela, banana, arancia, cedro, kumquat, sfumati da respiri minerali di selce e pietra pomice. In bocca è freschissimo, morbido, di tessitura dinamica e progressiva, in grado di riportare intensi i riconoscimenti del naso. Vino di estrema pulizia e leggibilità, figlio della roccia. Non potevamo non assaggiare la prima bottiglia da invecchiamento, non ancora in commercio, ma disponibile al Vinitaly in anteprima.  Il Puglia Rosso FD Le Grotte 2015 è dedicato al fondatore dell’azienda ed è figlio ovviamente del nero di troia, con un saldo di montepulciano e altri rossi, e matura per 19 mesi in barrique. Intenso di frutto e pasticceria, con spezie e tostature, in bocca è deciso nei riconoscimenti, ricco e ancora irruente nella componente tannica. Giovanissimo, inizierà il suo lungo percorso di vita piacevole da fine 2018. (F.D’A.)

About the Author

editor


Condividi
  • 28
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    28
    Shares

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.