#Degustazione – Maiatico 2015, Moio

In Vino by editorLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

MOIO
MAIATICO 2015
Falerno del Massico Doc
Uve: primitivo
14,5 % vol – € 25,00 circa

Vi parliamo di un vino del sud, opera di un uomo che ha speso tutta la vita per offrire ai suoi estimatori qualcosa di unico, irripetibile. Luigi Moio è stato un precursore della produzione di vini di qualità in Italia, principalmente al sud – dove un tempo andavano ad attingere moltissimi produttori del nord, anche fuori dell’arco alpino -, intuendo che quel particolare tipo di primitivo, poteva essere l’erede del mitico “Falernum” tanto caro ai romani. Ora è Michele a condurre l’azienda di famiglia “Moio”, continuando a proporre il suo Primitivo, molto diverso da quello pugliese, confermando l’autenticità della propria origine. Maiatico è figlio di una produzione rigorosamente attenta, di una raccolta di uve leggermente surmature a cui segue la vinificazione con lunga macerazione e un passaggio in barrique nuove per dodici mesi.
Il Maiatico 2015 si presenta di un rosso rubino concentrato e intenso. Al naso è ampio e ci proietta su polpute note di frutta rossa come amarena, prugna, mora, arancia rossa, toni speziati di pepe, anice, cardamomo, un tocco di cioccolato e floreali di viola e rosa. In bocca è di bella struttura, morbido, fresco e ben equilibrato dal giusto tessuto, potente ma carezzevole per un tannino levigatissimo e una bella nota agrumata di arancia, anche in scorza, nel finale.
In abbinamento uno dei succulenti piatti di carne stufata della tradizione di Mondragone oppure, richiamando il suo antico spirito romano, con una coda alla vaccinara. (L.N.)

About the Author
Francesco D'Agostino

editor


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.