La Fortezza: roccaforte dei vini del Sannio

L'essenza di un territorio, la sua vera anima, raccontata attraverso i vini di un'azienda tra le più rappresentative del beneventano

Viaggiare nel beneventano basta per riempirsi gli occhi di tantissimo verde a perdita d’occhio, le sue colline si snodano sinuose tra il Massiccio del Matese fino al Taburno e ancora verso il fiume Calore. I campi rigati dai filari e i loro cicli vegetativi scandiscono il tempo della vita della comunità locale che vive soprattutto di agricoltura. I numeri parlano molto chiaro: questa parte della Campania produce circa il 40% di tutto il vino della regione.

Ha una biodiversità impressionante: Aglianico, Piedirosso, Falanghina, Agostinella, Sciascinoso, Cerreto, Coda di volpe, Greco, Sommarello, Malvasia, Fiano, ma anche Camaiola (Barbera del Sannio) Passolara di San Bartolomeo, Olivella, Carminiello, Palombina, Moscato di Baselice, sono solo alcuni esempi del patrimonio viticolo sannita.

La Fortezza: roccaforte dei vini del Sannio

In questo contesto particolarmente vocato alla viticoltura, l’imprenditore Enzo Rillo, già affermato in altri settori, nel 2009 ha fondato la sua Tenuta La Fortezza con l’idea di valorizzare il territorio. La produzione attuale è di 26 etichette per un totale circa di due milioni di bottiglie. La Tenuta La Fortezza sorge ai piedi del monte Taburno nei pressi di Torrecuso, grazioso borgo medievale nel beneventano. Il 25% del fatturato è destinato al mercato estero con una presenza in Cina, negli Stati Uniti, in Giappone, in Canada, in Svizzera, in Francia e in Spagna.

La superficie vitata della Tenuta è di 60 ettari, con allevamento a cordone speronato, lotta integrata in riconversione a biologico, a 550 metri sul livello del mare. I vitigni di proprietà comprendono nove ettari di Aglianico del Taburno, una quantità che permette una selezione in vigna per la produzione di vini di altissimo pregio; due ettari di Falanghina del Taburno, con un’esposizione favorevole per un risultato ottimale in termini di grado zuccherino, profumi e acidità del vino senza dover intervenire in fase di lavorazione; due ettari di nuovo impianto di vigne di Greco e di Fiano. Altre uve vengono conferite dai viticoltori del luogo dopo lunga e attenta selezione.

Il nuovo progetto, pensato dall’imprenditore Rillo con l’enologo abruzzese Vittorio Festa, è ancora più ambizioso: creare una linea Premium per esprimere al meglio il potenziale dei vigneti della cantina. Una vera e propria celebrazione del territorio di Torrecuso che ha come filo conduttore l’Aglianico presente in 4 referenze: il bianco DonnaDaniela, lo spumante bianco Tremièn, quello rosato Ussié e il rosso Bareglià. Etichette eleganti ognuna con una poesia del dr. Enrico Rillo inspirata al lavoro dei campi e all’amore per le sue radici.

La Fortezza: roccaforte dei vini del Sannio

DonnaDaniela è un blend di Fiano, Greco e Aglianico vinificato in bianco. Ha un color giallo paglierino luminoso e sentori di frutta esotica, maracuja, ananas e un leggero balsamico. Caratteristico il finale acido e fresco.

Tremièn, un metodo classico elegante dal bel perlage, un blend di Fiano, Falanghina, Aglianico vinificato in bianco. Classico sentore di crosta di pane con una buona acidità. Perfetto con la frittura di qualsiasi tipo.

Ussié, un metodo classico per questo rosato ottenuto da uve Fiano e Aglianico. Il colore appena accennato verso la buccia di cipolla, bolla fine e persistente, accarezza piacevolmente. Acidità spiccata ed elegante, regalerà soddisfazioni.

Bareglià, il nome deriva dal suo blend di Barbera del Sannio (Camaiola), Aglianico e Piedirosso. Bel rosso violaceo e trasparente, profumi avvolgenti di frutta rossa, lamponi, amarene, leggera cannella e tabacco dolce. Rotondo e corposo, ha una personalità sensuale che nasconde la sua gradazione alcolica.

Con questa nuova linea Premium, la Tenuta La Fortezza ha intrapreso una nuova strada facendo evolvere i suoi vini verso un approccio più moderno. Sono il risultato di tre fattori: sostenibilità, biodiversità e vocazione del territorio. Il progetto si prefigge di valorizzare il territorio con scelte produttive identificative e con prodotti di qualità, fatti per essere apprezzati non solo in Italia, dimostrando una forte capacità competitiva.

Tenuta La Fortezza
Località Tora II, 20
82030 Torrecuso BN
www.tenutalafortezza.com