Le 3P del nuovo uliveto Gaudenzi

In Notizie, Olio, Senza categoria by Fabio De RaffaeleLeave a Comment

Condividi
  • 61
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    61
    Shares

Le 3P, Paesaggio, Prodotto, Produzione

Il giorno 8 novembre è stato messo a dimora il primo albero del nuovo uliveto della famiglia Gaudenzi. In verità dovremmo dire della nuova generazione, la terza, della famiglia, poiché l’impianto, tecnologicamente molto avanzato, è stato fortemente voluto e sarà condotto, da Andrea e Stefano Gaudenzi, i figli di Francesco. È passato qualche tempo da quando ci fu illustrato in occasione di un incontro svoltosi al Vinitaly e già allora ci aveva molto incuriosito. La giornata è iniziata con la presentazione del progetto da parte dell’agronomo dottor Andrea Sisti (Landscape Office Agronomist S.r.L.), che ha provveduto alla ricerca e alla progettazione. “Nove diversi poderi – ha tenuto a precisare – che accoglieranno nove diverse cultivar, quelle tipiche della Dop dell’Umbria”.

Un impianto di venti ettari dove tecnologia, innovazione e tradizione trovano la giusta coniugazione. Studio dei terreni e delle antiche mappe per la scelta delle cultivar da impiantare e per la salvaguardia paesaggistica; studio della direzione, dell’intensità e della periodicità dei venti per predisporre gli impollinatori nei luoghi più appropriati; trattamento dei terreni che garantisca il giusto drenaggio, le acque recuperate vanno ad alimentare un impianto d’irrigazione di soccorso; pannelli fotovoltaici per la produzione di energia; impianto diffuso di aria compressa, utile per gli attrezzi, potatrici e scuotitori e, in caso di necessità, utilizzabile al momento dell’allegagione; centrali metereologiche controllabili da remoto, decisamente uno degli oliveti più avanzati. “Questa è la direzione giusta – spiega Maurizio Servili, professore ordinario del Dipartimento di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali UNIPG – perché per poter competere con la Spagna, dobbiamo farlo sulla diversità e la qualità del prodotto, non sulla quantità, visto che da sola è la nazione che produce il quaranta per cento del totale mondiale di olio”. Con visibile e giustificata soddisfazione, Francesco Gaudenzi ha dato l’imprimatur a questo nuovo e ambizioso progetto, ponendo anche in evidenza la passione che i due giovani figli, Andrea venticinque anni, Stefano ventinove, dimostrano nei confronti delle tradizioni di famiglia. Francesco ha anche annunciato l’inizio dei lavori di ammodernamento e ampliamento dello storico frantoio di Trevi, che raddoppieranno la superficie attualmente disponibile. La cerimonia della messa a dimora del primo albero è stata presieduta dalla signora Fernanda Cecchini, Assessore Regionale Agricoltura, Cultura e ambiente. Fabio De Raffaele

btr

About the Author
Fabio De Raffaele

Fabio De Raffaele


Condividi
  • 61
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    61
    Shares
[do_widget id="mc4wp_form_widget-2"]

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.