Mare Bistrot. La cucina pop di Gianfranco Pascucci

Pesce alla griglia, panini ma anche frittura e grandi classici della cucina di mare. Ecco il bistrot dello chef stellato del litorale romano.

Gianfranco Pascucci il mare lo ha tatuato sulla pelle e nell’anima. Chef e patron del ristorante Pascucci al Porticciolo, inaugura questo 2024 con un nuovo progetto a Fiumicino (RM), Mare Bistrot, il locale creato insieme a Luigi Amoruso e Alessandro Pietrini, che porta la firma dello chef in cucina e soprattutto incarna la sua filosofia di valorizzazione del territorio e della materia prima

Mare Bistrot apre ufficialemnte i battenti domani 14 marzo, si trova al civico 126 di Via della Torre Clementina la parte vecchia dell’abitato di Fiumicino ideata da Giuseppe Valadier. Il locale è piccolo e delizioso, si sviluppa tra una parte interna con venti coperti e un patio esterno con altrettanti posti, per una quarantina totale di sedute. Ottanta metri quadri di locale, raccolto e ben studiato all’interno: colori che richiamano il mare, pavimenti a piastrelle posate come in una scacchiera, tra toni di azzurro di diversa intensità, pareti blu, intercalate da rappresentazioni marine. Tavoli minimali, essenziali, leggeri, in assoluta coerenza con il mood della proposta e banchi “mangia in piedi”, come ama chiamarli lo chef, a richiamare una convivialità che si respira ovunque. “Mare Bistrot” è un vero e proprio laboratorio di idee, dove tutto il giovane team di cucina, sotto l’attenta supervisione di Gianfranco Pascucci, è libero di esprimersi creando, sperimentando e collaborando attivamente alla crescita di questo progetto.

Mare Bistrot. La cucina pop di Gianfranco Pascucci


Quella di Mare Bistrot è una proposta gastronomica che punta al cuore del prodotto, a sapori confortanti e riconoscibili. Il mare di Gianfranco Pascucci qui diventa più popolare e versatile, il menu raccoglie dei piatti pensati per essere mangiati al bancone, seduti al tavolo oppure altrove grazie al servizio Take Away. A pranzo un format easy e veloce, per accontentare ogni tipo di aspettativa ed esigenza anche di chi vuole fare una pausa pranzo veloce ma di qualità accomondandosi al tavolo oppure sui banchi “mangia in piedi”. A cena invece il menu si fa più corposo chiamando a rapporto piatti di grande sostanza come stracotto di tonno, pasta fagioli e cozze, spaghetti con le telline, pasta con il baccalà. Ovviamente una selezione di crudi, con carpacci e tartare e quello che il mercato offre. Immancabile la frittura: alici fritte, fritto misto, tempura. Il servizio è leggero e informale, nel quale si riconosce l’impostazione elegante, solare ma nient’affatto ingessata di Vanessa Melis.

Mare Bistrot. La cucina pop di Gianfranco Pascucci


E poi sì, come detto sopra, c’è la formula del “take away” quindi la possibilità di gustare altrove dei piatti pensati per essere trasportati come fritto misto o un panino. Tra questi segnaliamo Panino da spiaggia, un classico di Pascucci, realizzato con un pane strutturato per essere fritto, 100 g di tonno, emulsione di cipollotto, maionese home made e verdurine dell’orto. Oppure il Testa coda, una ciabatta romana svuotata e riempita con le teste di pesce cotte al barbecue, come fosse una sorta di “pulled fish”. E per finire L’hot dog di polpo, cotto lentamente, laccato e successivamente grigliato. Bello il packaging, curato da Gabriele Leonardi, artista che condivide con Gianfranco Pascucci l’amore viscerale per il mare e che dipinge mondi marini fantasiosi e fantastici (che peraltro colorano le pareti anche del ristorante Pascucci al Porticciolo).

Protagonista di Mare Bistro è la griglia che rappresenta l’elemento centrale, quasi un momento conviviale dove sala, cucina e ospiti interagiscono in totale sintonia. Si cuoce il pesce, scelto dal bancone, al momento e a vista. Sempre alla griglia si preparano le verdure del vicino orto dell’Isola Sacra. E infine, bella e curata la proposta della parte gastronomia, con piatti freddi e caldi molti dei quali iconici della tradizione marinara più autentica di Fiumicino. Il polpo con le patate, l’insalata di mare, le alici marinate, sono classiche ricette che Mare Bistrot prepara con la stessa cura che impiegavano le cuoche di Fiumicino, scegliendo i migliori ingredienti e lavorandoli a regola d’arte. I piatti potranno essere accompagnati da una selezione di vini al bicchiere, da bottiglie Magnum, oltre che ad alcune etichette della selezione frutto dello studio sui vini del mare. Una piccola carta all’inizio, che crescerà anche seguendo le varie tipologie di proposte che si andranno a consolidare nel tempo.  

Mare Bistrot. La cucina pop di Gianfranco Pascucci

Mare Bistrot in questa prima fase sarà aperto solo a pranzo, un rodaggio necessario ed utile per comprendere al meglio la risposta da parte dei clienti, ma anche per scaldare i motori e prepararsi ad aggiungere a breve anche aperitivo e cena
Da Mare Bistrot per un pasto di tre portate vini esclusi si spendono circa 50 euro a persona.

MARE BISTROT 
Via della Torre Clementina, 126 
00054 Fiumicino (Roma) 
Tel. 334 7978290