Palazzo Montemartini, Roma – Cucina a 5 *****

In In evidenza, News, Notizie by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Siamo a Palazzo Montemartini, ultima preziosa fatica del gruppo Ragosta che oltre alle bellissime dimore in costiera amalfitana e Taormina, ha voluto impreziosire anche la Capitale con un gioiello dei suoi.
Parliamo di una struttura, il Montemartini appunto, che come una pietra preziosa è perfettamente incastonata tra le Terme di Diocleziano, a un minuto (reale) dalla stazione centrale e qualcuno in più da via nazionale.
Un posto unico nel suo genere. Un cinque stelle lusso che riesce a racchiudere nel suo concept l’eleganza, la comodità e una eccellente proposta gastronomica. Ed è proprio di quest’ultima che vogliamo parlarvi, perché, sebbene quella tendenza fastidiosa di considerare i ristoranti degli hotel poco allettanti sia ormai quasi completamente svanita, è sempre utile e interessante parlare di un luogo in più che va ad aggiungersi alla lista già lunga.
È il Senses, ristorante interno del Palazzo, che vede in cucina il sicilianissimo Simone Strano. Chef solido, concreto, deciso e molto riconoscente alla sua terra alla quale rende omaggio sempre anche attraverso la “coppola” che nella sua cucina ha preso il posto della toque.

                    Lo chef Simone Strano

Il menù, insieme alle radici dello chef, rivela una selezione di piatti ampia ma non esagerata. Cinque le proposte per ogni portata, fatta eccezione per gli antipasti dove c’è da scegliere tra sei creazioni in cui troneggia – giustamente – un arancino di alici con caponata di melanzane e cipolla in agrodolce. Bella (forse poco pratica in fase di assaggio) anche la patata gomitolo, golosamente farcita con una purea di patate viola e finita con crema di mandorle e una scoloppa di foie gras. Il sommelier consiglia di alternare un boccone ad un sorso di Passito di Pantelleria. Dategli retta.


Molto convincente la carbonara di tonno, ben amalgamata e per nulla sapida.
Tra i secondi, abbiamo provato un buon filetto di agnello servito con riduzione di vino, lamella di tartufo e verdure croccanti. La carne si rivela in tutta la sua morbidezza segno evidente di una eccellente materia prima, oltre che di una indiscutibile competenza in fase di cottura.
La nota finale è affidata, nuovamente, all’arancino che adesso si fa dolce con ricotta, pistacchi e l’aggiunta di marmellata di arancia.

Provatelo il Senses, magari dopo aver trascorso una mattinata all’insegna del relax nella bellissima spa dell’hotel.

 

Di Valentina Venturato

Summary
Palazzo Montemartini, Roma - Cucina a 5*****
Article Name
Palazzo Montemartini, Roma - Cucina a 5*****
Description
Palazzo Montemartini, Roma - Cucina a 5*****
About the Author

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •