Quartopiano Suite Restaurant a Rimini

In In evidenza, News, Notizie, ristoranti, Senza categoria by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Quartopiano Suite Restaurant  luogo d’incontro tra tradizione ed innovazione in cucina ed
ambasciatore del vino con la sua carta di oltre 500 etichette.

 

Senza fare necessariamente i “buoni” è il caso di dirlo che Rimini per svariati anni è stata fuori dalle rotte della ristorazione d’eccellenza e spesso alla domanda ” Sono a Rimini, dove mi fermo a cena?” la risposta non è sempre stata immediata. Per questa e per altre ragioni che troverete continuando la lettura ( se vorrete!) è con piacere che vi parliamo di Quartopiano Suite Restaurant  che sorge all’ultimo piano ( il quarto, ça va sans dire ) di un elgante edificio situato al centro della città, ma non così lontano dal mare da non poterne assaporare il profumo e quella bellissima brezza marina soprattutto nelle serate estive quando il roof garden diventa il cuore di questo locale.

Ora però che le temperature non permettono di cenare all’aperto, è l’ampio salone ad accoglierci. Comodo, dai colori tenui, è sapientemente illuminato e impreziosito da cascate di cristalli. Nelle teche, come fossero gioielli, fanno bella mostra le bottiglie più preziose di una carta di vini generosa, mai avara di etichette particolari, in tutto ne contiene circa 580.

Il resident chef Silver Succi, ha alle spalle una gavetta di tutto rispetto che gli ha consentito di diventare il professionista che è oggi. Prima di tornare nella sua Rimini ha girato in lungo e in largo lo stivale, facendo tappe professionali in veri e propri templi della nostra grande ristorazione come quello di Gualtiero Marchesi, o del vicino Moreno Cedroni. La sua è una cucina del territorio, ma non troppo. Ama giocare con la tradizione partendo però sempre da una grande rispetto per la materia prima. Ma la cucina dello chef Succi ama aprirsi ai colleghi, infatti è in corso un interessante progetto grazie al quale Quartopiano sta diventando sempre di più un punto di snodo, un salotto dove poter far convergere interessanti realtà del momento. E’ in questa altura di Rimini che s’incontrano sinergie gastronomiche grazie alla collaborazione tra il resident chef, e alcuni suoi illustri colleghi come  Gianpaolo Raschi, Riccardo Agostini, Alberto Faccani, Luigi Sartini, Stefano Ciotti, Luca Marchini, Aurora Mazzuchelli, Marcello Fabbri, Raffaele Liuzzi e Pier Giorgio Parini. Ed è proprio della cena a 4 mani con quest’ultimo che vi vogliamo parlare in cui il vero protagonista della serata è stato  il percorso gastronomico inaspettato e interessante, che ci ha regalato la coppia Succi/Parini.

da sinistra Silver Succi, Fabrizio Timpanaro (sommelier e responsabile di sala), Andrea Tani (restaurant manager), Pier Giorgio Parini

Un susseguirsi di creazioni in cui la creatività di Silver Succi si è fusa perfettamente  con l’innovazione di Parini, offrendo ai fortunati ospiti un’esperienza gastronomica in grado di stupire ad ogni portata. Per esempio, chi l’avrebbe mai detto che non era una tenerissima guanciola di manzo, quella che ci è stata servita sotto il nome di “Narcè” (anagramma di carne) ? L’anagramma in realtà un po’ ci aveva insospettiti, ma mai avremmo immaginato che sotto quello che pensavamo fosse un morbido boccone di carne, si potesse nascondere un kiwi trattato magistralmente con una doppia cottura da Piergiorgio Parini.

                                                                            Brasato Narcè

E’ stato un susseguirsi di piatti freschi equilibrati, a volte complessi ma sempre gradevoli sia alla vista che al palato in perfetto abbinamento con i vini scelti. Siamo passati elegantemente da un’anguilla alla boscaiola, con salsa di funghi fino ad un’anatra con tre cotture differenti senza nessun sconvolgimento ma eseguendo il percorso che avevano ideato per noi gli chef percependone lo studio meticoloso e riuscendo a goderne appieno.

Pennoni B. Cavalieri mantecati alle cime di rapa, burrata, aglio nero e sardoncini scottadito (Silver Succi)

“Il Quartopiano è soprattutto un luogo di esperienza e di reinterpretazioni personali di Silver, luogo in cui cerchiamo di proporre un’alternativa innovativa in termini di offerta gastronomica, in una delle grandi capitali del turismo in riva all’Adriatico – spiega il restaurant manager Andrea Tani – Il panorama che si gode dalla sala del ristorante e dal roof garden in estate, permette di cambiare punto di vista sulla città. Quartopiano è nato proprio per offrire una prospettiva nuova. Un punto di vista diverso che fa leva sugli abbinamenti, seppur saldamente ancorato al suo territorio e cosciente delle sue origini”.

Una menzione particolare va alla carta dei vini, curata dal sommelier e direttore di sala Fabrizio Timpanaro, conta circa 580 etichette d’eccellenza, tra le quali trovano ampia rappresentanza quasi tutte le regioni italiane, assieme a selezioni dei migliori terroir di Francia, Germania e Austria. Proprio in questi giorni, la carta dei vini è valsa al Quartopiano il titolo di “Ambasciatore dei vini dell’Emilia Romagna” al concorso Premio Carta Canta, patrocinato da Enoteca Regionale dell’Emilia-Romagna, Enologica e Fipe.

 

 

di Cristiana Curri & Valentina Venturato

About the Author

vventurato

Summary
Quartopiano Suite Restaurant a Rimini
Article Name
Quartopiano Suite Restaurant a Rimini
Description
Quartopiano Suite Restaurant a Rimini
Author

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.