FILTRA GLI ARTICOLI

Arancini con seppie e piselli

In questi giorni giusto 7 anni fa, apriva a Roma la Pizzeria Magnifica. Qui la pizza non è napoletana, non è romana e non è gourmet. E' una pizza "semplicemente" buona fatta con ottime materie prime e con farciture originali. La Pizzeria Magnifica si trova nel quartiere Balduina e fa anche degli ottimi fritti, come questi arancini con seppie e piselli!
Portata Antipasti
Cucina Regionale Italiana
Porzioni 4 persone
No ratings yet
VOTA

Ingredienti  

Per il ripieno di seppie e piselli

  • 1 kg di seppie già pulite
  • 800 g di pisellini
  • 350 g di 350 di polpa di pomodoro
  • 1 spicchio di aglio
  • peperoncino
  • Olio extravergine di oliva
  • sale, pepe

Per il risotto allo zafferano

  • 400 g di riso carnaroli
  • 70 g di parmigiano reggiano 24 mesi
  • 70 g di burro
  • 1 bustina di zafferano
  • brodo vegetale
  • sale, pepe

Per la panatura

  • 250 g di farina
  • 250 g di pangrattato
  • acqua
  • olio di arachidi

Istruzioni 

Per il ripieno di seppie e piselli

  • Versare in un tegame abbondante olio extravergine di oliva, lo spicchio di aglio e il peperoncino. Aggiungere le seppie e far rosolare quindi unire i piselli, la salsa di pomodoro e un po’ di acqua. Aggiustare di sale e pepe cuocere per circa mezzora. Togliere dal fuoco quando le seppie saranno morbide e il sugo di cottura sarà completamente assorbito.

Per il risotto allo zafferano

  • Tostare il riso in una casseruola dai bordi alti e ben calda. Avviarne la cottura aggiungendo gradualmente il brodo vegetale. Una volto cotto aggiungere zafferano, burro e parmigiano quindi mantecare e lasciar stiepidire nella pentola. Quando sarà tiepido, farlo freddare trasferendolo in un vassoio molto grande dove disporlo creando uno strato di riso non troppo alto.

Per il confezionamento degli arancini

  • Bagnarsi le mani in acqua fredda (serve a non far attaccare il riso sulle dita) e prendere una generosa quantità di riso. Creare una pallina e formare un incavo al centro quindi inserirvi un poco di seppie e piselli. Richiudere formando di nuovo una pallina. Procedere fino ad esaurimento del riso.

Per la finitura del piatto

  • Creare una pastella piuttosto liquida con acqua e farina, quindi sistemarla in una ciotola, in un'altra mettere il pangrattato e procedere con la panatura degli arancini passandoli prima nella pastella e poi nel pane. Per chi lo gradisce si può anche fare una doppia panatura.
    Tuffare gli arancini nell'olio bollente e scolarli non appena avranno raggiunto una doratura uniforme. Sistemarli su un foglio di carta assorbente per eliminare l'olio in eccesso. Servire caldi.