Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

Oli Extravergini di Oliva caratterizzati da una accurata e attenta ricerca tra le migliori IGP e DOP d’Italia

Quella dell’Azienda Basso è la storia di una famiglia, giunta alla quarta generazione, che conserva intatto lo spirito delle origini fatto di attenzione alla tradizione, al cliente e cura nei processi produttivi. La possiamo così sintetizzare.

  • L’Azienda Basso nasce nel 1904 ad opera di Felice Basso che attraverso le montagne salernitane portava le olive appena raccolte a Serino (AV).
  • Nel 1982 il figlio Fedele fonda la Basso Fedele e Figli. Pochi anni dopo iniziò la vendita all’estero, principalmente negli Stati Uniti.
  • Nel 1995 viene inaugurato lo stabilimento San Michele di Serino.
  • Nel 2014 Sabino Basso viene eletto Presidente di Confindustria Campania e l’anno successivo viene inaugurata la linea di prodotti “Sabino Basso Olio Extravergine di Oliva di alta qualità prodotto in aree geografiche selezionate”.
  • Nel 2018 Fabrizio e Federico, quarta generazione, entrano a far parte dell’azienda.

Dal 2003 l’azienda ha deciso di fare qualcosa per rispettare l’ambiente e il pianeta in cui viviamo, affidandosi al fotovoltaico e creando un sistema di illuminazione che porta a consumi ridotti del 35%. Inoltre, confeziona solo con materiali riciclabili e gestisce lo smaltimento dei rifiuti in modo responsabile ed ecosostenibile.

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

È Sabino che con intraprendenza e coraggio ha trasformato la piccola fabbrica a conduzione familiare in un’azienda che esporta in oltre 80 paesi nel mondo e per il 2022 è prevista la ristrutturazione di un frantoio di proprietà con macchinari di ultima generazione (Pieralisi a due fasi) per la produzione diretta di nuovi oli.

La linea “Oli d’Italia, Sabino Basso” rappresenta una raccolta delle espressioni più pregiate e interessanti della produzione olivicola del Sud Italia, associando in un’unica linea cultivar provenienti da Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. Si compone di sette etichette ed esattamente: DOP Penisola Sorrentina (minucciola), DOP Terra di Bari – Castel del Monte (coratina), DOP Cilento (frantoio, leccino ed ogliarola), IGP Sicilia (biancolilla e cerasuola), Olio di Calabria IGP (carolea), Monocultivar Ravece, un omaggio all’Irpinia, territorio di origine di Olio Basso, e Centopercento, olio 100% italiano ottenuto da una minuziosa selezione di prodotti provenienti principalmente dalla Puglia e dalla Calabria (coratina, ogliarola e carolea).

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

A queste selezioni, si aggiungono due nuovi prodotti che nascono da attente scelte operate dall’azienda per garantire i consolidati livelli qualitativi attraverso l’utilizzo di un’agricoltura totalmente biologica, senza alcun utilizzo di pesticidi e di altre sostanze chimiche e che sono accomunate da un identico ciclo produttivo. Importanti le caratteristiche di produzione, a partire dalla raccolta, leggermente anticipata rispetto alla maturazione. Una scelta che garantisce la preservazione dei valori caratteristici dell’olio extravergine: proprietà vitaminiche ed antiossidanti. La molitura viene effettuata entro le 24 ore con estrazione a freddo. L’Etichetta bianca viene utilizzata per l’Olio Extravergine Bio 100 % italiano (blend di coratina e ogliarola) da olive provenienti dalla Puglia e si caratterizza per il sapore fruttato intenso. L’Etichetta nera (blend di hojiblanca, coratina e koroneiki) deriva da una studiata selezione oleicola di Paesi del Mediterraneo (Spagna, Italia e Grecia) ed è fruttato e di media intensità.

Una particolare attenzione è stata dedicata allo studio del packaging e della bottiglia, vincitori di premi di rilievo internazionale (il NACD Packaging Award – promosso dalla americana National Association of Containers Distributors e il Pentaward 2018), così come dell’etichetta, realizzata con una carta particolare che al tatto vuole ricordare la corteccia dell’ulivo.

La famiglia Basso segue anche 27 ettari di vigneti di Villa Raiano in tutte le denominazioni di origine della provincia di Avellino: Fiano di Avellino DOCG (con una bella selezione da vigne diverse), Greco di Tufo DOCG, Taurasi DOCG e un Metodo Classico da uve fiano e greco.

LA DEGUSTAZIONE

A cura di Antonio Marcianò e Mika Takizawa

Olio Extravergine di Oliva DOP Cilento

Da un blend di frantoio, leccino e ogliarola, è un fruttato verde leggero che si presenta di colore giallo con sfumature verdoline, limpido. All’olfattiva è misurato e si percepiscono lievi sentori di erbe di campo, macchia mediterranea, pomodorini (di media maturità) e nuance floreali. Al palato è morbido e sono ben rappresentate le note di foglia, carciofo e cardo che caratterizzano l’amaro dosato. Il tutto è avvolto da un tono ammandorlato e in finale, il piccante mediamente sostenuto di pepe bianco. Ottimo su Uova a sciusciello (uova pochè) con acqua di pomodoro.

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

Olio Extravergine di Oliva DOP Penisola Sorrentina

Da monocultivar minucciola, è un fruttato verde medio/leggero che si presenta di un colore giallo dorato, limpido. L’olfattiva è rappresentata da sentori alquanto leggiadri di macchia mediterranea, erbe di campo, nuance di piccoli fiori gialli e pomodoro. Al palato è fluido e delicato nella trama con ritorni di mandorla, cuore di carciofo e nuance di erbe di campo. Amaro ben dosato e il piccante lieve e piacevole in chiusura. Da abbinare a un piatto di Orecchiette di Monteforte con pomodoro San Marzano monache rosse e cremoso di caciocavallo.

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

Olio Extravergine di Oliva DOP Terra di Bari – Castel del Monte

È un 100% coratina, fruttato verde medio di un bel colore giallo dorato, limpido. All’olfatto si apre su sentori sottili caratterizzati da note di erbe di campo, carciofi, cardi e pomodoro (di media maturità) con nuance di fiori di campo (ginestra). Al palato è fluido con ritorni coerenti con i toni della via diretta e nuance di mandorla. L’amaro è contenuto e il piccante piacevole del finale sono in equilibrio. Perfetto su del Baccalà del poverello con olive nere di Gaeta.

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

Olio Extravergine di Oliva Monocultivar Ravece

È un fruttato verde medio di un bel colore verdolino con sfumature dorate, limpido. All’olfatto si apre su note di erbe di campo, foglia, carciofo, cicoria, ortica e sfumature di pomodoro. Alla gustativa è fluido, fresco con i ritorni olfattivi che si evolvono. Evidenti le note di foglia, alle quali seguono nuance di mandorla lungo tutta la fase. L’amaro è sostenuto e il piccante di pepe, di media intensità dona corpo a tutta la struttura. Insuperabile su una Zuppetta di fagioli quarantini di Volturara con ricotta irpina in tempura e croccante all’origano.

Sabino Basso, una selezione di oli d’Italia prodotti con cultivar del sud Italia

Sabino Basso – Selezioni Oli d’Italia

Via Nocelleto, 46
San Michele di Serino – 83020 Avellino

Tel. 0825.595781 – Fax 0825.595771

www.sabinobasso.itesperienze@sabinobasso.it