Velt, il nuovo tempio romano del cioccolato artigianale

Dalla tenacia di una giovane imprenditrice, nasce a Roma una cioccolateria artigianale. Praline, torte, creme spalmabili e molto altro



Passione, studio e dedizione. Sono queste le basi sulle quali Livia Tommasino – appena 22 anni – ha costruito la sua professione di maestra cioccolatiera, fino a realizzare il sogno di una vita, quello di aprire a Roma un laboratorio dedicato alla lavorazione del cioccolato artigianale. Parliamo di Velt, aperto ai primi di dicembre nel quartiere Marconi, un nome insolito che sebbene ad una prima lettura può quasi rimandare a qualche termine inglese in realtà ha tutt’altra origine. E’ infatti l’acronimo nato dai nomi dei genitori di Livia, Vito ed Emilia, a cui ha unito le sue iniziali. Et voilà, Velt.

Velt, il nuovo tempio romano del cioccolato artigianale



Solo cioccolato Valrhona, il che dice abbastanza – se non tutto – sulla ricerca effettiva che Livia porta avanti sull’aspetto della qualità. Le pepite della storica azienda francese una volta fuse e temperate assumono nuove forme e diventano scioglievoli praline di ben 12 gusti diversi (vaniglia, cremino al pistacchio, caramello salato, cocco e fondente, etc…) sempre disponibili. Immancabile la deliziosa frutta ricoperta di cioccolata, che è fondente per l’arancia e bianca per il limone. E continuando sull’onda dell’infinita golosità vi diciamo che qui, al civico 246 di Via Oderisi da Gubbio, trovate anche cookies, torte mono porzione (sacher in primis), un liquore al cioccolato home made che è sia ingrediente di alcune delle praline in vendita, ma pure disponibile all’acquisto. E ancora le spalmabili alla gianduia e al pistacchio grezzo, i dragées con frutta, oliva, zenzero, nocciola o pistacchio.

Bella la fusione (è proprio il caso di dirlo) tra l’artigianalità della lavorazione della materia prima e l’utilizzo della moderna tecnologia per darle forma, infatti qui da Velt viene utilizzata una termoformatrice grazie alla quale si applica una tecnica di stampaggio di materie plastiche a caldo. E’ di fatto una stampante 3D che da tridimensionalità ai soggetti portando il cioccolato in una nuova dimensione.

Velt, il nuovo tempio romano del cioccolato artigianale
Livia e la mamma Emilia


Livia, nonostante la sua giovane età, ha le idee molto chiare e interessanti programmi per il futuro. Primo tra tutti, promuovere un utilizzo più consapevole del cioccolato, alimento fin troppo demonizzato che da Velt si riappropria della sua vera identità quella cioè di un prodotto di grande qualità che non va ad intaccare nessun aspetto nella nostra salute, se consumato con criterio. Motivo per il quale c’è una linea di prodotti dedicata ai più piccoli che potranno scegliere tra lecca-lecca, bon bon e molto altro. Interessante anche la volontà di Livia Tomassino nel voler creare una sinergia con il mondo della ristorazione gourmet, una vera e propria joint-venture con gli chef per mettere il cioccolato al servizio della cucina e mostrarne la versatilità.
Piccola curiosità: il laboratorio è tutto al femminile. Insieme a Livia ci sono la mamma Emilia e una collaboratrice.

Velt
Via Oderisi da Gubbio 246
Roma.
Tel. 06 86792292 – 348 5165812
www.cioccolateriavelt.it