Oliva ristorante a Roma. Cucina italiana a 5 stelle (lusso)

Un nuovo ristorante d'hotel che propone un menu centrato sulla nostra grande tradizione gastronomica, offrendo una cucina puramente italiana

Continua l’onda lunga delle aperture di nuovi prestigiosi hotel. Anzi, a dirla tutta, anche delle riaperture di quelli che solo adesso stanno tornando alla normalità, con la pandemia (quasi) alle spalle e la ripresa massiccia del turismo, soprattutto quello internazionale. A Roma la pandemia, almeno leggendola in un’ottica turistica, veramente sembra un lontano ricordo e diciamolo: finalmente! Che bello vedere il centro pieno di turisti, i locali su lungotevere che dalle 18 sono gremiti di gente che si accomoda per un drink mentre il ponentino soffia leggero facendosi avvolgere da quell’aria magica che solo Roma riesce a regalare.

Oliva ristorante


Piuttosto, parlando di Lungotevere e di posti nuovi che hanno aperto, c’è il The First Music nuovo gioiellino di accoglienza 5 stelle lusso del gruppo The Pavilions Hotels e Resorts (già proprietario del The First Arte e del The First Dolce). L’hotel si trova al civico 27 di Lungotevere dei Mellini, a breve avvierà la stagione e quindi l’accoglienza dei turisti che vorranno pernottarvi, con l’apertura di un blocco di circa 15 stanze, delle 24 previste tra suite e camere. Intanto però si fanno girare i motori con tutto il resto della proposta che la macchina del The First Dolce è in grado di offrire, in primis quella gastronomica.

Oliva ristorante a Roma. Cucina italiana a 5 stelle (lusso)
Lo chef Fabio Pecelli

Al quinto piano dell’hotel c’è il ristorante Oliva che si presenta con una sala elegante e molto curata, e senza timore di smentita, vi diciamo che in questo posto si può godere di una delle viste più suggestive di Roma che – tra l’altro – è a disposizione di tutti gli ospiti grazie alla vetrata che circonda tutta la sala.
Buttando invece lo sguardo dietro, c’è un’altra vista certamente meno “impattante” del cupolone ma ugualmente affascinante. Ed è quella della cucina dove opera Fabio Pecelli, resident chef, insiemma alla sua copiosa squadra (14 elementi in totale). C’è da dire che l’atmosfera che si respira entrando da Oliva, elegante e riservata, ci prepara ad attendere un menu che abbia un’impronta sfacciatamente gourmet, il che sia chiaro non sarebbe certo un demerito: del resto siamo pur sempre al centro di Roma, nel ristorante di un luxury hotel. Che male c’è a proporre una carta gourmet che magari strizza l’occhio a qualche stellato, con la speranza che un giorno magari chissà… E invece no, Fabio Pecelli forte della sua bella esperienza professionale (ex Giuda Ballerrino, All’Oro, Caffè Propaganda, Pastificio San Lorenzo) con convinzione, anche rispondendo ad una chiara esigenza della proprietà, ha composto un menu che è un appello dei piatti classici della grande cucina tradizionale italiana, a cui tutti rispondono presente. Una gran bella sopresa, per due ragioni fondamentali.
La prima è che la cucina tradizionale può essere interpretata in diverse chiavi. Certamente quella “pop” perchè deve essere alla portata di tutti. Ma alla bisogna, come in questo caso, può vestirsi a festa diventado elegante e confortevole, curata e di sostanza.
La seconda ragione, riguarda un aspetto puramente legato alla ristorazione d’hotel di qualunque categoria. E’ quella tendenza a volersi necessariamente adattare, quasi piegare, all’esigenza dell’ospite straniero presentando delle proposte gastronomiche magari dignitose ma certamente impersonali. Lo chef Pecelli invece punta quasi a una geolocalizzazione del gusto che, andando da nord a sud dello stivale, caratterizza completamente il menu del ristorante Oliva che è a tutti gli effetti un ristorante di cucina italiana.

Oliva ristorante
Croccante di coda


Ma andiamo al sodo e quindi parliamo dei piatti! Antipasti veramente golosi come il croccante di coda alla vaccinara. Un lingotto di coda, panato e fritto da mangiare con le mani grazie allo stecco. Buono il vitello tonnato, con la carne rosata al cuore e la salsa classica senza inopportune rivisitazioni. Tra i primi, lo chef Pacelli dimostra di avere una buona mano sia con la pasta secca che con quella fresca, a tal proposito i bottoni farciti di burrata e conditi con cozze e ceci si fanno mangiare di gran grusto. I secondi sono un trionfo di carni, a dirla tutta confidiamo in una virata verso il pesce visto anche la stagione. Comunque, la faraona farcita alla cacciatora con zucchine alla scapece sintetizza perfettamente la dicotomia accennata qualche riga più su, riferita alla cucina tradizionale. Questo coscio, pur nella sua semplicità, si presente come un piatto curato ma dalla indiscussa sostanza. Buona veramente.

Oliva ristorante
Bottoni di burrata con cozze e ceci


Si conclude con un dolce “signature” dello chef Pecelli, l’ Ovo…Misù. Dice lo chef, presentando questa sua creazione “non ci siamo inventati niente”, che è anche vero visto che si tratta di un tiramisù sistemato all’interno di un guscio d’uovo fatto di meringa. In ogni caso, solo per fare il guscio sono necessarie circa 42 ore di cottura a bassissima temperatura a cui segue un lavoro certosino per non romperlo una volta cotto. Il dolce è in carta a 18 euro, del resto dopo tanto lavoro…
Si beve bene scegliendo la propria etichetta in una carta che offre interessanti proposte sia italiane che estere, con dei ricarichi assolutamente in linea con quelli che ci si aspetta in un hotel 5 stelle lusso.
Parlando di costi, qui trovate il menu completo anche con i prezzi. In ogni caso, per un pasto così come descritto il conto è di circa 100 euro a persona, vino escluso.

Oliva ristorante a Roma. Cucina italiana a 5 stelle (lusso)
Jacopo Mercuro


Per chi invece volesse fermarsi per un drink o una cena informale, ci sono gli spazi bellissimi di Alto il lounge bar posto al sesto e settimo piano. Inoltre qui, oltre ad una bella lista di cocktails da accompagnare ad una selezione di crudi e altre creazioni della cucina, c’è anche lo zampino di Jacopo Mercuro. Il patron/pizzaiolo di 180 g, la ormai celeberrima pizzeria di Centocelle, ha portato nel cuore di Roma la sua pizza romana grazie alla fortunata collaborazione con il The First Musica.

Oliva Ristorante al The First Musica
Lungotevere dei Mellini, 27
00193 Roma
Tel 06 4298 4022
Aperto tutti i giorni a cena dalle 19.30 alle 23