Tiberino si fa in quattro: caffetteria, gastronomia, gelateria e adesso anche bistrot

In In evidenza by vventuratoLeave a Comment

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tiberino: il nuovo bistrot-ristorante al centro dell’Isola Tiberina

logo tib (2)
Che bello quando Roma e i romani si riappropriano delle loro piazze, i loro scorci, quelle zone belle da sempre ma che magari per motivi sconosciuti, un pò erano finite nel dimenticatoio. Ecco, ho pensato esattamente questo quando poco più di una settimana fa sono entrata da Tiberino, storico bar con gastronomia con ingresso su Longotevere de Cenci e che dal 16 giugno è anche bistrot con tavoli all’aperto. Che poi si fa presto a dire all’aperto, ma qua parliamo di tavoli posizionati proprio sull’Isola Tiberina esattamente in piazza San Bartolomeo, di fronte l’omonima basilica costruita nell’anno 1000. E poi c’è il Tevere, e il ponentino che si incanala dal Ponte Fabricio. E poi, last but not least, c’è la cucina di Luca Mattana che sa il fatto suo in quanto a tecniche e materia prima ( pesce soprattutto ) e lo dimostra apliamente nella proposta gastronomica di Tiberino. Del resto ha una curriculum di tutto rispetto che racconta di esperienze in casa con Roberto Petza ( Luca è sardo ) , ma anche con Igles Corelli e quelle capitoline con Anthony Genovese e Cristina Bowerman.

chef tiberino

Un pò di storia prima di raccontare l’esperienza gastronomia, è d’obbligo. Dunque, partiamo dall’inizio quando nel 1936 nonno Giuseppe Bungaro, dopo aver avuto per diversi anni un banco di frutta a Piazza Monte Savello, decide di prendere in gestione, da un venditore di materassi, una bottega a Ponte Quattro Capi sull’Isola Tiberina e di trasformare il locale in una caffetteria. Da quel momento il locale è sempre stato diretto dalla famiglia Bungaro, pur vivendo una serie di passaggi di gestioni comunque sempre interni. Nel 1992 il locale s’ ingrandisce perchè viene rilevata la bottega accanto, grazie all’ampliamento al bar si aggiunge gastronomia e tabaccheria. Passano altri dieci anni e Giuseppe Bungaro ( nipote ) insieme alla mamma Mirella aggiungono anche la gelateria artigianale risistemando l’architettura interna.
La grande trasformazione però avviene ai giorni nostri, proprio in questo anno, quando Giuseppe decide che Tiberino poteva e doveva essere ancora di più, perchè gli spazi lo consentivano e perchè dopo quasi ottantanni dalla prima apertura, i tempi erano maturi per far crescere questo locale. Arriva l’incontro con la Laurenzi Consulting – che ha curato tutte le fasi d’ideazione e realizzazione del restyling – e così Tiberino dal 16 giugno scorso alla proposta di caffetteria, gastronomia, gelateria aggiunge anche quella del bistrot con un menù snello, composto da piatti semplici ed equilibrati.
La carta propone quattro o cinque piatti per portata. Tra gli antipasti alici fritte con panure di pistacchi e crema di peperoni. Gustose le alici avvolte nella croccante panatura di pistacchi e assolutamente azzeccato l’accostamento con la crema di peperoni rossi, adatta per una sana scarpetta finale.

alici tiberino

Ancora tra gli starter, troviamo la crema fredda di porri e patate con le cozze. Nei primi, spiccano per tecnica e realizzazione le linguine con gamberi crudi e bisque mantecati a freddo e ancora tra i secondi il rombo con le patate alla “enne”. In cui enne sta per le diverse modalità di cottura delle patate che accompagnano il pesce, cotte al forno e poi ridotte in purea ma anche sotto forma di fili sottilissimi e fritte.

rombo tiberino
Menzione a parte per i dolci in cui la parte del leone la fa il gelato, che qui è ovviamente artigianale magistralmente realizzato da Aida Ibro, gelataia professionale di Tiberino. I prezzi sono contenuti , il costo medio per persona si aggira tra i 30 e i 40 euro vini esclusi.

Ma da Tiberino si mangia bene e si sta ancora meglio perchè il servizio è affidato alle persone giuste. Nello specifico, Daniele Mari sommelier che si è formato nella “corte” di Frescobaldi e che ha curato personalmente la carta dei vini, prediligendo etichette biologiche, naturali e di nicchia con ricarichi assolutamente ragionevoli. Patrizia Forte in sala, vi coccolerà tutto il tempo con la sua presenza mai invadente e una gentilezza di altri tempi. Bravi.

di Valentina Venturato

Tiberino
Isola Tiberina, Ponte Quattro Capi 17-18
00186 Roma
06 6877662 info@tiberino.eu
www.tiberino.eu
Aperto tutti i giorno dalle 8 alle 24

Summary
Tiberino si fa in quattro: caffetteria, gastronomia, gelateria e adesso anche bistrot
Article Name
Tiberino si fa in quattro: caffetteria, gastronomia, gelateria e adesso anche bistrot
Description
Tiberino: il nuovo bistrot-ristorante al centro dell’Isola Tiberina
Author
About the Author

vventurato


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Leave a Comment

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.