Trentino Sparkle 2024

Le bollicine del Trentino in Sparkle 2024, ventiduesima edizione della guida dedicata ai migliori vini spumanti italiani

Ventidue anni di racconto delle bollicine secche italiane ci hanno consentito di essere testimoni privilegiati di quanto avvenisse in ogni momento intorno alla produzione di questo vino meraviglioso. Tornando all’ormai mitica annata 2003, siccitosa e calda come non avevamo mai provato, almeno noi in vita, i colleghi che amano leggere il mondo in modo catastrofistico non smettevano di chiedere ai produttori trentini come avrebbero fatto a ovviare al cambiamento climatico ormai avvenuto. Il personaggio più in vista in quegli anni era ovviamente Mauro Lunelli, l’inventore della Riserva Giulio Ferrari, ora in pensione, che quietava gli animi spiegando che problemi a lungo termine non ce ne sarebbero stati perché in Trentino si poteva salire facilmente di altitudine per eventualmente ovviare a difficoltà produttive delle uve. Sì perché in Trentino il grosso della produzione viticola non era e non è in altitudine, l’influenza della montagna è talmente forte che arriva anche a fondo valle; c’è evidentemente un crescendo di vigneti fino a novecento e anche qualcosa in più, ma il grosso è decisamente sotto i cinquecento metri. Quei pochi produttori che già erano oltre i cinquecento metri nel 2003 in realtà ci raccontavano che finalmente avevano avuto un’annata senza problemi sanitari, con uve perfette che avrebbero dato grandi cose. I due rovesci della medaglia insomma. La montagna aiuta e custodisce il vigneto trentino che certamente andrà sempre più in alto ma sul lungo periodo, come spiegava Lunelli ai catastrofisti. Infatti le condizioni climatiche consentono ancora di produrre uve con un quadro acido perfettamente adeguato allo spumante, e con buoni margini. Per ora godiamoci un territorio, il Trentodoc, che in termini percentuali è quello che è cresciuto di più lo scorso anno. Il raffronto tra la campagna vitivinicola 2021-2022 e la 2022-2023 decreta un aumento produttivo del 19,3 %, addirittura (dati Icqrf); in Trentino hanno messo in produzione ben 18.095.000 bottiglie. Non dimentichiamo che al di la di nuovi vigneti, ovvero di vigne magari passate da varietà rosse a bianche da spumante, il Trentino vanta una superficie vitata a chardonnay di duemilaottocentocinquanta ettari (dati Consorzio Tutela Vini del Trentino), per un potenziale produttivo tra vini fermi e spumanti di quasi 30 milioni di bottiglie. Insomma, lo spazio di crescita è importante e il Trentodoc sta anticipando la domanda del mercato mettendo in produzione già 18 milioni di bottiglie, sapendo che può andare ancora oltre e di molto. Il Trentino produce anche altri spumanti e, per darvi il quadro completo, nell’ultima campagna la produzione ha superato 25,5 milioni di bottiglie, segnando una crescita del 12,3%. Dei 7 milioni abbondanti di bottiglie extra Trentodoc ce ne sono più di 3 milioni che rispondono alla Igt Vigneti delle Dolomiti, di stile fresco e consumo nell’annata, meno di 3 milioni di Prosecco Doc e oltre 1,5 di Vs e Vsq. (continua)

André Brut 2018

André Brut 2018

Deciso all'olfatto, gioca su toni golosi ed evoluti che comandano. In bocca c'è verve e la dialettica è più gentile ...
André Rosé Brut 2018

André Rosé Brut 2018

Di forte personalità, energico al naso, più gentile e vivace al palato, dove si rivela nella sua totalità. Da godere ...
Rosé Brut

Rosé Brut

Espressioni eleganti e allo stesso tempo golose creano un bouquet giocato su toni rosso-viola tra frutto, fiore e pasticceria. Palato ...
Santacolomba Brut

Santacolomba Brut

Bollicina da vitigni resistenti, si conferma dotata di un naso inebriante e coinvolgente, fresco, dolce, invitante. In bocca quest'anno il ...
Trento 1673 Noir Nature 2018

Trento 1673 Noir Nature 2018

Importante, con olfattiva complessa e ben fusa e bocca dinamica, equilibrata e totalmente coerente. Appagante, invita decisamente al riassaggio. Bene ...
Trento 1673 Rosé Brut 2016

Trento 1673 Rosé Brut 2016

Vino atletico ed energico, che spinge al naso tra frutto e tostature, con belle note vegetali. In bocca c’è dinamica ...
Trento 51,151 Brut

Trento 51,151 Brut

Un paniere di aromi soffici, tra il regale e il goloso, fanno da anticamera a un sorso di buona freschezza ...
Trento 907 Dosaggio Zero 2018

Trento 907 Dosaggio Zero 2018

All’olfatto ha uno storytelling a tinte cupe, con qualche sparuto sprazzo gioviale. Al sorso mostra compostezza e moderazione, per un’espressività ...
Trento Alpe Regis Brut 2017

Trento Alpe Regis Brut 2017

Buona l'articolazione olfattiva che offre spunti dialettici interessanti, tira fuori carattere alla gustativa, equilibrata e goloso che invoglia alla beva ...
Trento Alpe Regis Extra Brut 2017

Trento Alpe Regis Extra Brut 2017

Sensazioni eleganti e solari di fiore giallo e agrumi si fondono a tostature più scure. Sorso teso, di bella carbonica ...
Trento Alpe Regis Rosé Brut 2018

Trento Alpe Regis Rosé Brut 2018

Ha un piglio scuro, di frutto, spezie, tostature e frutta secca, complesso ma di non agile leggibilità. In bocca è ...
Trento Altinum Brut 2019

Trento Altinum Brut 2019

Vino dal carattere timido, tende a comunicare in maniera delicata; la bocca risulta ancora giovane e lievemente tesa. Dalla primavera ...
Trento Altinum Pas Dosé 2019

Trento Altinum Pas Dosé 2019

Al nostro assaggio di fine estate era giovanissimo, nitido, ma riluttante a concedersi, giocato su una grande freschezza e salinità ...
Trento Antares Brut 2019

Trento Antares Brut 2019

Dotato di freschezza olfattiva ma dal carattere ribelle, gioca tutto sull’acidità; il sorso trova una parte sapida ingombrante che crea ...
Trento Blanc de Blancs Brut

Trento Blanc de Blancs Brut

Gioviale, verde, rinfrescante, ricorda foglie di menta e il succo di ribes bianchi con zenzero. Sorso tonico e accattivante, fresco ...
Trento Blanc de Noir Extra Brut 2019

Trento Blanc de Noir Extra Brut 2019

Gentile e giocato su note fruttate, floreali e di pasticceria chiare e rinfrescanti. Palato dinamico e solleticante, intriso di frutta ...
Trento Blanc de Noirs Brut 2019

Trento Blanc de Noirs Brut 2019

Giocato su toni verdi del frutto e delle erbe mediterranee, è delicato e si tinge di una lieve complessità scaldandosi ...
Trento Brut

Trento Brut

Loquace, fresco, non urla ma parla con grande dettaglio di frutti e minerali, con cenni fioriti e pasticceria. Agile, in ...
Trento Brut

Trento Brut

Non sorprende più questa bella azienda che presenta sempre prodotti interessanti come questo Brut che all’olfattiva è intenso e coinvolgente ...
Trento Brut

Trento Brut

Si fa attendere al naso, un po’ chiuso e poi di impatto dolce e anche vivace. In bocca è leggero ...
Trento Brut

Trento Brut

Esplosivo in principio si riabbottona mostrando timidezza, il sorso delicato risponde poco loquace e sul finale tende a chiudersi in ...
Trento Brut

Trento Brut

Vino di media spinta, tende a nascondersi un po’ richiedendo attenzione; l’assaggio risulta più compatto e di media dinamicità, facendosi ...
Trento Brut 2017

Trento Brut 2017

Intenso e crepuscolare, dai toni scuri e marcati al naso, offre al palato una beva dissetante e agrumata che trova ...
Trento Brut 2019

Trento Brut 2019

Gentile e vitale, senza urlare, si fa conoscere lentamente, aggiungendo riconoscimenti e conservando freschezza e fragranza. La bocca è bilanciata ...
Trento Brut 2019

Trento Brut 2019

Giovane di sboccatura, si fa attendere e poi esprime una bella profondità, invitando all'assaggio. In bocca è bilanciato, di trama ...
Trento Brut 2019

Trento Brut 2019

Fruttato di mela in modo multiforme, aggiunge dolcezze anche di pasticceria con una verve alcolica. In bocca è agile, di ...
Trento Brut Nature 2017

Trento Brut Nature 2017

Conferma il suo stile connotato da eleganza e trama gustativa ritmata e ben bilanciata, un assaggio molto piacevole che non ...
Trento Cime di Altilia Brut 2017

Trento Cime di Altilia Brut 2017

Al naso vuole sedurre con le note dolci del frutto e della pasticceria, mentre la parte più croccante è un ...
Trento Cime di Altilia Extra Brut 2017

Trento Cime di Altilia Extra Brut 2017

Ha taglio accattivante al naso per la declinazione di pasticceria molto articolata, rinfrescata dal frutto. In bocca entra coerente e ...
Trento Cuvée '85 Brut

Trento Cuvée ’85 Brut

È la prima bolla aziendale e nasce nel 1985. Al naso vuole qualche istante per rivelare la sua vitalità, in ...
NON DOSATICantina di RivaTrento Riserva Brezza Pas Dosé 2018
Cesarini SforzaTrento 1673 Noir Nature 2018
LetrariTrento Riserva Dosaggio Zero 2017
MoserTrento Brut Nature 2017
EXTRA BRUTFerrariTrento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Extra Brut 2012
FerrariTrento Giulio Ferrari Riserva del Fondatore Rosé Extra Brut 2012
Maso MartisTrento Rosé Extra Brut 2019
PisoniTrento Riserva Erminia Segalla Extra Brut 2015
RevìTrento Riserva 100 Mesi Re di Revì Extra Brut 2013
BRUTAltemasiTrento Riserva Graal Brut 2016
BalterTrento Brut
Cantina RotalianaTrento Riserva R Brut 2015
Cesarini SforzaTrento 1673 Rosé Brut 2016
Cesarini SforzaTrento Riserva Aquila Reale Brut 2013
FerrariTrento Riserva Perlé Bianco Brut 2016
LetrariTrento Riserva del Fondatore 976 Brut 2012
Mas dei ChiniTrento Riserva Inkino Carlo V Brut 2014
Maso MartisTrento Monsieur Martis Rosé de Noir Brut 2018
Maso MartisTrento Riserva Madame Martis Brut 2013
RessTrento Riserva Emilio Brut 2015
RevìTrento Riserva Paladino Brut 2017
RotariTrento Riserva Flavio Brut 2015

Ora ci tuffiamo nel meraviglioso mondo delle 5 sfere trentine, non senza aver fatto una considerazione. Nei vini di accesso alla denominazione anche in questo territorio si riscontra una ricerca del frutto e dell’alleggerimento di beva, in qualche caso un po’ troppo spinto su una verticalità che assottiglia un sorso che diventa troppo acuto. Questo aspetto rientra in una tendenza generale che si riscontra in tutti i vini, a partire dai millesimati che sono la maggioranza in guida. Nel passato recente molti amavano arricchire i vini con un importante apporto del legno in vinificazione, rendendoli talvolta un po’ barocchi, ora c’è come una reazione a quello stile, con il rischio di appiattirsi sulla sponda opposta. Questa considerazione ci porta a evidenziare l’unico Trento non millesimato premiato, si tratta del Trento Brut di Balter, un vino il cui stile è affatto scollegato dalle mode e quest’anno porta a casa le 5 sfere. Salta agli occhi, guardano la tabella, che in Trentino quest’anno sia tornato il brut a fare la voce grossa, anche nel campo di riserve e millesimati, con il tandem non dosati ed extra brut indietro di poco, l’opposto dello scorso anno in una tendenza generale degli ultimi cinque anni, nell’ambito della denominazione, a prediligere le categorie più secche. Continuiamo a visitare la hall of fame trentina di Sparkle 2024 e troviamo ben tre aziende con la tripletta, Cesarini Sforza, Ferrari e Maso Martis, tutte realtà presenti da sempre nella nostra guida, le ultime due premiate dalla prima edizione senza interruzioni, l’altra da quattordici edizioni. Doppietta per Letrari, altro senatore della guida, e per Revì che torna alle 5 sfere dopo qualche anno. Restando nel campo delle aziende pluridecorate, quelle che hanno consolidato quindi un livello molto alto di qualità, troviamo quest’anno con l’alloro Altemasi, Cantina Rotaliana, Mas dei Chini, Moser, Pisoni e Rotari. Due le novità, a cui auguriamo di confermarsi negli anni a venire, la Cantina di Riva con il Trento Riserva Brezza Pas Dosé 2018 e Ress con il Trento Riserva Emilio Brut 2015, entrambi vini al top della rispettiva gamma, pensati e progettati con un certo anticipo, figli di due realtà agli estremi del mondo produttivo di qualità, una cantina cooperativa la prima, sintesi di centinaia di piccolissimi agricoltori, un piccolo produttore il secondo. (F.D’A.)